Regime amministrativo vs. regime dichiarativo

Discussioni su aspetti fiscali, legali e normativi che si applicano nel forex...

Moderatore: riccardo1981

Duskfall
Messaggi: 23
Iscritto il: 17/10/2017, 16:13

Regime amministrativo vs. regime dichiarativo

Messaggio da Duskfall » 15/01/2018, 16:05

Ciao a tutti,

sto pensando di aprire un conto trading con un broker (naturalmente regolamentato e con licenza Consob) ma sono indeciso se optare per il regime amministrato oppure per il regime dichiarativo. Nel caso del regime amministrato conosco solo due broker che lo fanno perchè hanno succursale in Italia e mi sembrano molto buoni, mentre tutti gli altri broker (sempre regolamentati Consob) non offrono questa possibilità.

Optando per il regime amministrato naturalmente non dovrei fare nulla in quanto dichiara tutto il broker ma mi stavo chiedendo se ne vale la pena? I broker con regime dichiarativo comunque normalmente danno sempre tutta la documentazione necessaria per fare la dichiarazione dei redditi.

Per esempio un mio amico ha un conto in Euro con un broker regolamentato e con licenza Consob che giornalmente e mensilmente invia un report con tutte le operazioni fatte, con saldo e vincite/perdita indicato tutto in Euro. Inoltre anche la piattaforma Metatrader 4/5 offre la possibilità di estrarre uno storico dettagliato di tutto l'anno che si potrebbe presentare al commercialista.

Quindi mi chiedo:

Se alla fine si tratta soltanto di stampare questi estratti del broker e presentarli al commercialista tanto vale optare per il regime dichiarativo o sto pensando in modo sbagliato? Ci sarebbe qualcos' altro da tener conto? Non credo perchè gli estratti hanno tutte le informazioni necessarie con saldo e vincite/perdite in Euro e tutte le operazioni fatte nel corso dell' anno. Almeno secondo la mia logica, poi magari mi sbaglio completamente.

Ringrazio in anticipo chi mi sa dare una mano :)

riccardo1981
Messaggi: 2255
Iscritto il: 11/05/2014, 13:36

Re: Regime amministrativo vs. regime dichiarativo

Messaggio da riccardo1981 » 15/01/2018, 23:25

Da una parte è uno sbattimento in meno.. Dall'altra ad ogni operazione in gain ti viene tolta la percentuale da versare.. Peccato che quando l'operazione la chiudi in loss non ti accreditano nulla..
Certo è che se il commercialista già ce l'hai è un conto se invece per questo servizio ti chiede qualche centinaio di euro ci devi fare un pensiero...
Gli affari si fanno al momento dell'acquisto
Se non sai perdere, lascia perdere

Duskfall
Messaggi: 23
Iscritto il: 17/10/2017, 16:13

Re: Regime amministrativo vs. regime dichiarativo

Messaggio da Duskfall » 16/01/2018, 19:45

riccardo1981 ha scritto:
15/01/2018, 23:25
Da una parte è uno sbattimento in meno.. Dall'altra ad ogni operazione in gain ti viene tolta la percentuale da versare.. Peccato che quando l'operazione la chiudi in loss non ti accreditano nulla..
Certo è che se il commercialista già ce l'hai è un conto se invece per questo servizio ti chiede qualche centinaio di euro ci devi fare un pensiero...
Grazie mille per la tua risposta. Non ho idea di quanto potrebbe costare una dichiarazione di questo tipo, dovrei informarmi.

In generale cosa consigliereste di fare? Regime amministrativo oppure dichiarativo?

Se alla fine si tratta solamente di portare gli estratti conto dettagliati al commercialista magari potrebbe essere meglio optare per il regime dichiarativo per avere più liquidità durante l'anno fiscale?

riccardo1981
Messaggi: 2255
Iscritto il: 11/05/2014, 13:36

Re: Regime amministrativo vs. regime dichiarativo

Messaggio da riccardo1981 » 16/01/2018, 20:13

Il punto è capire qual è l'investimento. Cioè se parti con 1000 euro credo che non riuscirai a trovare una consulenza da un commercialista per meno di un centinaio di euro. Chiudendo in pari ti costa circa il 10%..se chiudi in perdita proporzionalmente ti costa anche di più (perché comunque le minusvalenze le devi dimostrare).. Detto questo ognuno poi si fa i propri conti..
Gli affari si fanno al momento dell'acquisto
Se non sai perdere, lascia perdere

Avatar utente
nagsul
Messaggi: 488
Iscritto il: 17/11/2016, 12:14

Re: Regime amministrativo vs. regime dichiarativo

Messaggio da nagsul » 16/01/2018, 23:26

Duskfall ha scritto:
16/01/2018, 19:45

In generale cosa consigliereste di fare? Regime amministrativo oppure dichiarativo?
Non tutti i commercialisti sono afferrati in materia. In effetti il calcolo una volta capito il meccanismo è alquanto semplice al punto che forse ti conviene pagare un commercialista che sappia di cosa si parli per spiegartelo e poi fare da solo

Duskfall
Messaggi: 23
Iscritto il: 17/10/2017, 16:13

Re: Regime amministrativo vs. regime dichiarativo

Messaggio da Duskfall » 17/01/2018, 10:41

riccardo1981 ha scritto:
16/01/2018, 20:13
Il punto è capire qual è l'investimento. Cioè se parti con 1000 euro credo che non riuscirai a trovare una consulenza da un commercialista per meno di un centinaio di euro. Chiudendo in pari ti costa circa il 10%..se chiudi in perdita proporzionalmente ti costa anche di più (perché comunque le minusvalenze le devi dimostrare).. Detto questo ognuno poi si fa i propri conti..
Beh se dovessi chiudere in perdita che dichiarazione dovrei fare? Avrebbe senso fare una dichiarazione se vorrei portare le minusvalenze negli anni successivi, ma se chiudo in perdita e non voglio portarle negli anni successivi non ho nulla da dichiarare.

Ho parlato ancora ieri con due commercialisti e gli ho mostrato un estratto dettagliato del mio conto demo del Metatrader4 dove si vedono tutte le operazioni, tutte le vincite/perdite e quanti acquisti e vendite sono stati fatti. Entrambi mi hanno detto che andrebbe bene per fare una dichiarazione. Mi hanno anche detto che se chiudo in perdita non sono tenuto a dichiarare nulla.

Qualcuno di Voi che magari ha già fatto qualche dichiarazione mi può confermare che basta portare gli estratti con tutti i dettagli al commercialista (preparato :green:)

Grazie.

Giuliano
Messaggi: 3
Iscritto il: 21/01/2018, 15:20

Re: Regime amministrativo vs. regime dichiarativo

Messaggio da Giuliano » 21/01/2018, 15:32

ciao,
io lo scorso anno ho provato a dichiarare le mie minusvalenze (circa 600 euro)
non sono riuscito,
il commercialista che tutti gli anni mi fa la dichiarazione 730 non sapeva come fare a inserirle...

Duskfall
Messaggi: 23
Iscritto il: 17/10/2017, 16:13

Re: Regime amministrativo vs. regime dichiarativo

Messaggio da Duskfall » 22/01/2018, 18:30

Sul sito del broker IG c'è un esempio di calcolo (vedi link).

https://www.ig.com/it/sostituto

In questo esempio caso le tasse da pagare in regime amministrato sarebbero 338€. Secondo i miei calcoli sarebbero 338€ da pagare anche in regime dichiarativo.

Il mio ragionamento è giusto o sto sbagliando qualcosa?

Forse qualcuno mi sa aiutare

Grazie in anticipo.

Avatar utente
nagsul
Messaggi: 488
Iscritto il: 17/11/2016, 12:14

Re: Regime amministrativo vs. regime dichiarativo

Messaggio da nagsul » 22/01/2018, 21:57

Duskfall ha scritto:
17/01/2018, 10:41

Qualcuno di Voi che magari ha già fatto qualche dichiarazione mi può confermare che basta portare gli estratti con tutti i dettagli al commercialista (preparato :green:)
Confermo, hai cinque anni di tempo per mettere a minusvalenza le perdite. Quindi se hai chiuso in perdita non dichiarare nulla (sempre che il conto non abbia superato la soglia limite di deposito se è all'estero) se il prossimo anno lo chiudi in positivo, compili il campo delle perdite precedenti indicando l'anno

Duskfall
Messaggi: 23
Iscritto il: 17/10/2017, 16:13

Re: Regime amministrativo vs. regime dichiarativo

Messaggio da Duskfall » 08/04/2018, 13:35

nagsul ha scritto:
22/01/2018, 21:57
Duskfall ha scritto:
17/01/2018, 10:41

Qualcuno di Voi che magari ha già fatto qualche dichiarazione mi può confermare che basta portare gli estratti con tutti i dettagli al commercialista (preparato :green:)
Confermo, hai cinque anni di tempo per mettere a minusvalenza le perdite. Quindi se hai chiuso in perdita non dichiarare nulla (sempre che il conto non abbia superato la soglia limite di deposito se è all'estero) se il prossimo anno lo chiudi in positivo, compili il campo delle perdite precedenti indicando l'anno
Buongiorno Nasgul e a tutti gli altri utenti :)

Ringrazio per le informazioni, sono state molto utili. Mi rimane un dubbio in merito al regime dichiarativo. Leggendo vari articoli su internet ne ho trovato uno che dice quanto segue:

“In caso di regime dichiarativo, l’investitore riceve il capital gain al lordo delle imposte. Ciò significa che dovrà essere lui a calcolare e versare le imposte secondo le scadenze previste per la dichiarazione dei redditi. Lo strumento dovrà essere il metodo LIFO (last in first out = l’ultimo a entrare è il primo a uscire), determinando così sia il rendimento ottenuto che le imposte da versare.”

Sinceramente non riesco a capire assolutamente che cosa significa. Se il mio conto con il broker è in valuta EURO e tutte le operazioni che chiudo in profitto o in perdita sono già automaticamente calcolate in EURO e anche i costi di swap/rollover sono già automaticamente convertiti in EURO che cosa c'entra il metodo LIFO?

Dovrei preoccuparmi di questa cosa? Gli estratti conto del broker rappresentano già tutte le informazioni in EURO.

Come esempio allego un report del mio broker estratto dalla piattaforma Metatrader4. Dando un report di questo tipo al mio commercialista avrebbe tutte le informazioni necessarie per fare la dichiarazione?

Grazie mille per l'aiuto :)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CC [Bot] e 0 ospiti