Nuove norme ESMA

Discussioni su aspetti fiscali, legali e normativi che si applicano nel forex...

Moderatore: riccardo1981

Avatar utente
nagsul
Messaggi: 432
Iscritto il: 17/11/2016, 12:14

Re: Nuove norme ESMA

Messaggio da nagsul » 09/08/2018, 19:26

taddeo1 ha scritto:
08/08/2018, 23:38
Si parla solo di ... CFD. Nessun riferimento al FX, che è un'altra cosa...
:blink:

Quando fai trading sul forex non stai forse tradando CFD? oppure sei a New York che alzi la mano con una carriola di dollari al tuo fianco?
Perdonami dai giudizio negativo sulle norme (che non condivido) dicendo che non esistano testi chiari; ti viene indicato quale è ma purtroppo non sei in grado di comprenderlo. Alla luce di questo forse il tuo urlare al gomblotto manca un poco di fondamento

Avatar utente
taddeo1
Messaggi: 30
Iscritto il: 26/07/2018, 23:58

Re: Nuove norme ESMA

Messaggio da taddeo1 » 09/08/2018, 19:48

:lol:
Trooppo bello il gomblotto...
Leggiti attentamente questo...
https://www.okforex.it/forex/differenze ... iere/2608/
Visto che i "testi" sono chiari... chiariscimi perché il mio sussurrare mancherebbe di fondamento.
Spiegami bene e chiaramente perché la colpevole è la leva e non la % di capitale con cui il kamikaze di turno entra nella bolgia del mercaro (online).
:yes:
Saluti

Avatar utente
nagsul
Messaggi: 432
Iscritto il: 17/11/2016, 12:14

Re: Nuove norme ESMA

Messaggio da nagsul » 10/08/2018, 15:44

Ora la leggo, nel frattempo posso dirti che con leva più bassa potrai entrare con meno % del capitale. Il principio di causa effetto è proprio diretto ed evidente alla mia logica

Avatar utente
taddeo1
Messaggi: 30
Iscritto il: 26/07/2018, 23:58

Re: Nuove norme ESMA

Messaggio da taddeo1 » 10/08/2018, 17:01

nagsul ha scritto:
10/08/2018, 15:44
... Il principio di causa effetto è proprio diretto ed evidente alla mia logica
mah... non ci siamo proprio. Se vai a mercato con percentuali tali da bruciarti il capitale di logica ne hai ben poca. E ripeto che ti carbonizzi ugualmente anche con leva 1:1. Il mercato, come tutte le cose di questo mondo, ha una SUA logica: fa selezione di chi va avanti e chi invece è meglio che cambi lavoro, o hobby (ci sono tanti campi che potrebbero essere coltivati a patate, o pomidoro, ad esempio... e ci sarebbe bisogno di tante braccia). E' intrinseco nel meccanismo per cui esiste il mercato: SELEZIONE.
Ma qui divaghiamo in campo filosofico e non ne verremmo fuori. Sei quindi convinto che i signori dell'ESMA abbiano "pensato" quella norma per evitare di bruciarsi il capitale... E' un pò come la fregnaccia del conto corrente obbligatorio per i pensionati "per combattere l'evasione fiscale", norma pensata da Passera che guarda caso è un banchiere, norma approvata in men che non si dica mentre ci sono leggi veramente importanti che sono parcheggiate in Paraento da "decenni". Quei soldi provengono dall'INPS o enti equiparati e sono certificati, e sono stati gravati d'imposta ben più di una volta...dove sta mai l'evasione fiscale? E' un pò come la fregnaccia che bisogna eliminare il contante per combattere criminalità ed evasione fiscale: anche un ragazzino sveglio delle medie sà benissimo che il tutto oggi avviene "a monte" del contante, e sa benissimo che in realtà l'obiettivo finale è l'assoluta e completa tracciabilità del'individuo... Ma non divaghiamo, e non mi si dica che sono uno che grida al complotto perché io quelli lì non li sopporto proprio :green:

robbi58
Messaggi: 242
Iscritto il: 18/05/2014, 15:42

Re: Nuove norme ESMA

Messaggio da robbi58 » 13/08/2018, 22:52

Ma volete che non ci sia almeno uno "sveltone" su dieci piccoli trader che si convince a versare 30.000 euro anziché 2.500 ? I broker così risparmiano i costi di gestione di 9 trader e si ritrovano con un portafoglio clienti addirittura più cospicuo. Se il broker poi fallisce o scappa con la cassa cosa si fa? Si scrive alla Commissione CySec che neanche ti risponde? Se aspettano i miei soldi possono stare freschi! La leva è essenziale per noi piccoli trader.

Avatar utente
taddeo1
Messaggi: 30
Iscritto il: 26/07/2018, 23:58

Re: Nuove norme ESMA

Messaggio da taddeo1 » 14/08/2018, 17:32

robbi58 ha scritto:
13/08/2018, 22:52
...
La leva è essenziale per noi piccoli trader.
eh, appunto. Così... fuori dalle balle e via libera per le banche.

Avatar utente
nagsul
Messaggi: 432
Iscritto il: 17/11/2016, 12:14

Re: Nuove norme ESMA

Messaggio da nagsul » 22/08/2018, 22:47

taddeo1 ha scritto:
10/08/2018, 17:01
Se vai a mercato con percentuali tali da bruciarti il capitale di logica ne hai ben poca. E ripeto che ti carbonizzi ugualmente anche con leva 1:1.
Ma appunto perché oa leva del conto è altra cosa dalla leva usata per l'apertura ed il mantenimento delle posizioni, quanto ti cambia? Una porzione più ampia riservata al margine che ti viene a mancare per la gestione del flottante negativo. Ma se vai in margin call con leva 30 eri fuori size anche se fossi stato a leva 400. Quindi il tuo ragionamento del "conoscere il mercato".. "saper come funziona".. "selezione naturale dei trader senza MM" rende ininfluente la problematica.

Quando a chiedere di non esser tacciato come complottista mentre si ipotizza un complotto :whist:

Avatar utente
taddeo1
Messaggi: 30
Iscritto il: 26/07/2018, 23:58

Re: Nuove norme ESMA

Messaggio da taddeo1 » 26/08/2018, 13:31

nagsul ha scritto:
22/08/2018, 22:47
taddeo1 ha scritto:
10/08/2018, 17:01
Se vai a mercato con percentuali tali da bruciarti il capitale di logica ne hai ben poca. E ripeto che ti carbonizzi ugualmente anche con leva 1:1.
Ma appunto perché oa leva del conto è altra cosa dalla leva usata per l'apertura ed il mantenimento delle posizioni, quanto ti cambia? Una porzione più ampia riservata al margine che ti viene a mancare per la gestione del flottante negativo. Ma se vai in margin call con leva 30 eri fuori size anche se fossi stato a leva 400. Quindi il tuo ragionamento del "conoscere il mercato".. "saper come funziona".. "selezione naturale dei trader senza MM" rende ininfluente la problematica.

Quando a chiedere di non esser tacciato come complottista mentre si ipotizza un complotto :whist:
chiedo scusa se mi ripeto....... mah (perplesso)
....come punta decisamente in basso il mondo.
È esattamente opposto il tuo di ragionamento... proprio perché giudichi "ininfluente" la problematica.
Credo che proseguire cercando di farti capire dove sta il problema è un pò come voler fare il don chisciotte... Ti faccio solo un esempio, che calza molto, ma dubito che ne cogli le strette affinità: tu devi alzare un peso, quindi decidi di usare una carrucola semplice... ma se sei intelligente usi, invece, un paranco.
Il vero problema non è il tipo di carrucola che usi bensì il tipo di corda e sopra tutto il suo diametro: se devi sollevare 100 kg e usi un filo da cucito sei una frana (change your job...) qualsiasi tipo di carrucola usi...
La carrucola è la leva, la corda è la % del tuo capitale che usi (max.2% indipendentemente dalla leva...)
Saluti ;)


Ah, quasi dimenticavo.... una cosa è il "complotto", altra cosa (assai diversa) è l' "umma-umma". Non so se cogli...

Avatar utente
nagsul
Messaggi: 432
Iscritto il: 17/11/2016, 12:14

Re: Nuove norme ESMA

Messaggio da nagsul » 27/08/2018, 7:49

Mi sembra calzante l'esempio della carrucola e la corda. Lo uso per indicarti come la vedo io, sottolineando che a mio parere abbiamo entrambi colto il punto solo che diamo una valutazione differente:
più il tuo macchinario è avanzato maggiori conoscenze tecnico devi possedere, se l'inesperto usa una piccola carrucola e il carico cade farà meno danni rispetto alla situazione in cui avesse usato una complessa motrice ad alto carico.
L'esperto eseguirà bene il lavoro sia con una piccola leva sia con il paranco, ovviamente nel secondo caso il suo lavoro sarà più veloce ed efficiente.

Infatti le norme in discussione permettono agli investitori di tipo professionali di continuare ad usare la leva alta, allo stesso modo in cui può utilizzare una gru ad alto carico solo chi ha un patentino

Avatar utente
taddeo1
Messaggi: 30
Iscritto il: 26/07/2018, 23:58

Re: Nuove norme ESMA

Messaggio da taddeo1 » 27/08/2018, 13:16

Per farti comprendere che la strada scelta da ESMA non è quella GIUSTA, per meglio dire "puzza" assai di bruciato, ti faccio un altro esempio sintetico, ma significativo: secondo il tuo modo di risolvere questo problema, traslando il concetto ad altro ambiente, grandissimi artisti come Ligabue (il pittore, non il cantante... :green: ) non avrebbero MAI potuto eseguire quei meravigliosi lavori.... colori, pennelli e tecniche pittoriche SOLO per chi ha fatto Brera...
Hai scritto:
"L'esperto eseguirà bene il lavoro sia con una piccola leva sia con il paranco, ovviamente nel secondo caso il suo lavoro sarà più veloce ed efficiente." Attenzione: più che di esperti le norme parlano di professionisti (sta sicuro che ci sono parecchie emerite cippe patentate anche tra di loro, i...professionisti... :blink: ) Perché non dare la stessa oppotunità anche a me che sono SOLO un semplice ma capace trader selfmade (che però non svolgo per professione), dato che come abbiamo visto è sicuramente SOLO la % di capitale messa a mercato a friggermi in caso di failure?? La leva non c'entra nel modo più assoluto... ti bruci anche con leva 1:1 se vai a mercato con % spropositate!! Prova per credere, ma è meglio se ti fidi o al limite per verificare usa un conto demo...
Il fatto reale è che i retailers che si affidano ai brokers per fare trading "domestico" sottraggono un'assai cospicua fetta di denaro ai propri conti correnti (leggi BANCHE), denari che di conseguenza non sono più nei loro "calderoni" (di fatto anche se ci sono le pezze giustificative che certificano i tuoi versamenti i tuoi soldi entrano in un calderone infernale, talmente infernale che se una banca va in crack te li puoi proprio scordare i tuoi soldi. Non credo che, visti i tempi, ci sia bisogno di fare esempi concreti...).
ESMA non è composta da gente che non sa di cosa tratta... quindi sanno benissimo che la leva non c'entra nulla e che il vero colpevole è l'ingordigia dell'essere umano che lo spinge a mettere a mercato % spropositate del suo capitale. Azzoppare i retailers con leve ridicole non può che giovare solo ad una figura... le banche appunto. E... 1+1=2 per cui esma-esma per favore...
Ben diversa sarebbe stata una norma che obbligasse i brokers ad accettare messe a mercato max.5% del capitale dei propri iscritti... o no?? Secondo te, non sarebbe stato corretto/onesto??
Purtroppo la questione è complessa, non la posso di certo risolvere in 4 parole nel forum. Bisogna provare in prima persona...
Saluti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CC [Bot] e 0 ospiti