Mercati finanziari

Introduzione al mondo del forex

Moderators: riccardo1981, Dainesi

riccardo1981
Posts: 2027
Joined: 11/05/2014, 13:36

Re: Mercati finanziari

Post by riccardo1981 » 10/06/2016, 14:12

Ripeto cerchi e troverà... far sempre trovare la pappa pronta per poi non portare mai a nulla di concreto mi ha stancato. Anche perché una volta identificato cosa fa? Cosa cambierà? Nulla.. non vale quindi la pena
Gli affari si fanno al momento dell'acquisto
Se non sai perdere, lascia perdere

Nightrader
Posts: 564
Joined: 27/01/2016, 13:16

Re: Mercati finanziari

Post by Nightrader » 10/06/2016, 14:18

Si ma come mai Unger non opera nel forex?
Una motivazione l'ha data, e non mi pare fosse nulla di tutto quello che sostiene ilmeni, con tutto il rispetto.
"Molte scorciatoie sono la strada più breve per tornare al punto di partenza."

IlMeni
Posts: 142
Joined: 14/05/2016, 15:51

Re: Mercati finanziari

Post by IlMeni » 10/06/2016, 14:43

Riccardo le posso chiedere gentilmente di postarmi il link al thread in questione? Sono da poco su questo forum e cercare fra tutti i thread mi è difficile.
Stay hungry, stay foolish.

IlMeni
Posts: 142
Joined: 14/05/2016, 15:51

Re: Mercati finanziari

Post by IlMeni » 10/06/2016, 14:46

Nightrader il sig. Unger forse come lei ben sa non opera con analisi tecnica analizzando i grafici i supporti e le resistenze ma applica un "semplice" trading quantitativo. Si basa su statistiche e ci applica un MM. Questo per farle capire che non esistono s o r nel forex. Basta applicare la matematica in modo corretto (non che sia facile per carita).
Stay hungry, stay foolish.

Nightrader
Posts: 564
Joined: 27/01/2016, 13:16

Re: Mercati finanziari

Post by Nightrader » 10/06/2016, 15:26

IlMeni wrote:Nightrader il sig. Unger forse come lei ben sa non opera con analisi tecnica analizzando i grafici i supporti e le resistenze ma applica un "semplice" trading quantitativo. Si basa su statistiche e ci applica un MM. Questo per farle capire che non esistono s o r nel forex. Basta applicare la matematica in modo corretto (non che sia facile per carita).

Grazie della premura nel farmi capire, ma non ho particolari dubbi su supporti e resistenze.
Mi dia pure del tu.
Su Unger non ho capito quale sia il punto, non opera su Forex, ma la motivazione mi pare sia diversa dalla sua, o mi sbaglio?
"Molte scorciatoie sono la strada più breve per tornare al punto di partenza."

DAX
Posts: 664
Joined: 26/07/2014, 12:04

Re: Mercati finanziari

Post by DAX » 10/06/2016, 16:42

IlMeni wrote:Nightrader il sig. Unger forse come lei ben sa non opera con analisi tecnica analizzando i grafici i supporti e le resistenze ma applica un "semplice" trading quantitativo. Si basa su statistiche e ci applica un MM. Questo per farle capire che non esistono s o r nel forex. Basta applicare la matematica in modo corretto (non che sia facile per carita).
Il metoto statistico/matematico poggia sulla distribuzione della curva gaussiana dei prezzi, ovvero un punto di equilibrio dal quale si rilevano un ipercomprato ed ipervenduto e si gestiscono statisticamente gli sbilanciamenti in un senso e nell'altro. Secondo lei siamo distanti dal concetto di Range Market?

Ancora una volta, le ripeto, stiamo parlando di due facce della stessa medaglia, e sarà così anche se si trada basandosi sull'analisi volumetrica e/o lo scalping stretto sul book verticale.

Sulla scelta dei mercati azionari non escluda la probabile necessità di una differenziazione importante del portafoglio che al pari di un buon MM serve a chi ha tutto l'interesse, anche fiscale, di frazionare il piu' possibile.

Le ribadisco che non è lo strumento sottostante a fare il "trader professionista", sono convinto che i nomi da lei citati traderebbero allegramente anche il Forex. Se scelgono altro non credo che sia per le motivazioni da lei adotte.

I mercati regolamentati sono indubbiamente migliori sotto tanti punti di vista ma non credo che decretino la differenza tra un professionista ed un retail, o peggio, tra un profittevole e un perdente.

Quando scoverà un trader con capitali importanti all'interno del forum vedrà che non potrà raccontargli cose diverse da quelle che ci siamo già detti.

Buona ricerca.

fgpulce
Posts: 288
Joined: 27/07/2015, 20:29

Re: Mercati finanziari

Post by fgpulce » 10/06/2016, 16:58

Ciao a tutti. Mi intrometto perché, pur non essendo un esperto di forex, ho un poco di esperienza nel settore finanziario dovuta a 24 annetto di banca. Sono 2 mercati diversi per prodotti ed approccio: il forex e un mercato OTC, non regolamentato, gli spread sono più bassi ma poi va comunque valutata la portata dell'investimento. Di fatto e un mercato di speculazione short/Long. Il mercato azionario presuppone l'apertura di un conto in banca o in posta, l'apertura di una custodia titoli che costa dai 25 ai 60 euro a semestre. Vi sono banche che applicano costi ridotti al pacate conto+custodia titoli. Le commissioni sono circa lo 0.20 Pm se operi via internet, lo 0,50 o 0,75 Pm se operi via sportello. Le azioni possono anche essere acquistate per puro investimento fisso e acquisizione dividendi, cosa che da questo anno con i tassi bassi può essere conveniente. Puoi acquistare azioni volatili, allora punti alla speculazione, oppure più stabili ma con dividendi certi. Se ti servono altre idee spara le domande e noi rispondiamo. Fabri e Pulce (quello bravo).

Ciao a tutti

IlMeni
Posts: 142
Joined: 14/05/2016, 15:51

Re: Mercati finanziari

Post by IlMeni » 10/06/2016, 17:29

Ma io veramente non sono qui per fare domande. Io ho risposto a chi chiedeva delle differenze fra forex e azionario.
Stay hungry, stay foolish.

fgpulce
Posts: 288
Joined: 27/07/2015, 20:29

Re: Mercati finanziari

Post by fgpulce » 11/06/2016, 0:28

Ho risposto alle differenze fra forex ed azionario.....

Ciao a tutti

User avatar
ciglie
Posts: 804
Joined: 28/08/2015, 20:10

Re: Mercati finanziari

Post by ciglie » 12/06/2016, 10:58

In sintesi estrema per me la differenza è che nell'azionario è solo questione di preparazione, se ce l'hai e hai pure un capitale adeguato, guadagni...nel forex la preparazione e il capitale non bastano, ci vuole pure molta furbizia perché è un mercato nato per far perdere i retail, i quali servono solo per fornire liquidità e agevolare gli ordini della banche..
...il mercato non è proprio un posto dove metti dei soldi e serenamente li moltiplichi...

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest