Le problematiche delle COPERTURE

Condivisione di strategie e tecniche di trading

Moderators: riccardo1981, Dainesi

869524
Posts: 667
Joined: 16/03/2015, 16:04

Re: Le problematiche degli Stop Loss

Post by 869524 » 19/03/2017, 13:37

Il rimbalzo sui livelli storici offre il vantaggio di posizionamento dello stop di uscita alla rottura del livello stesso mentre il target è posizionato poco prima del livello successivo (es. si entra long sul rimbalzo al supporto e si posiziona il target poco sotto la resistenza). In questo caso, e solo in questo, il rapporto R/R è a nostro favore di parecchi punti.
Grazie, quello che cerco di fare è entrare a mercato solo in queste situazioni cercando TG ampi e valutando di volta in volta sui livelli successivi il da farsi.

geronimo
Posts: 42
Joined: 27/09/2015, 21:06

Re: Le problematiche degli Stop Loss

Post by geronimo » 21/03/2017, 13:01

Dainesi wrote:
Bellerofonte wrote: 1) Quale è stata per voi l'illuminazione che vi ha fatto diventare profittevoli?
La domanda è volutamente generica, credo sempre che un percorso si possa tracciare a partire da un'ideale.
buongiorno a te e a tutti i colleghi presenti....eccoti la mia risposta al quesito..........." Logica e geometria ", sono sicuro cadrai dalla sedia e ti metterai a ridere della soluzione, da quel momento non mi sono più fatto analizzare dall'analisi tecnica bensì io sono diventato l'analista.......auguri.

User avatar
Bellerofonte
Posts: 145
Joined: 15/03/2017, 11:23

Re: Le problematiche degli Stop Loss

Post by Bellerofonte » 21/03/2017, 19:23

geronimo wrote:
Dainesi wrote:
Bellerofonte wrote: 1) Quale è stata per voi l'illuminazione che vi ha fatto diventare profittevoli?
La domanda è volutamente generica, credo sempre che un percorso si possa tracciare a partire da un'ideale.
buongiorno a te e a tutti i colleghi presenti....eccoti la mia risposta al quesito..........." Logica e geometria ", sono sicuro cadrai dalla sedia e ti metterai a ridere della soluzione, da quel momento non mi sono più fatto analizzare dall'analisi tecnica bensì io sono diventato l'analista.......auguri.
Geronimo... se sei un cultore del Trading Geometrico (Sintesi Geometrica)perché non apri un nuovo Thread per affrontare l'argomento? E' qualcosa di nuovo e merita di essere approfondito!
Ti ringrazio davvero per aver condiviso la tua illuminazione.
La vita umana non è altro che un gioco della follia!

geronimo
Posts: 42
Joined: 27/09/2015, 21:06

Re: Le problematiche degli Stop Loss

Post by geronimo » 22/03/2017, 13:02

Geronimo... se sei un cultore del Trading Geometrico (Sintesi Geometrica)perché non apri un nuovo Thread per affrontare l'argomento? E' qualcosa di nuovo e merita di essere approfondito!
Ti ringrazio davvero per aver condiviso la tua illuminazione.[/quote]

:green: Ti ringrazio per l'invito ma per ovvi motivi preferisco di No!, non sono guru ne maestro non ci tengo ne a farlo ne tanto meno ad esserlo, ma insisto nel mio primo suggerimento e cioè andare di logica, ( cartesio per fare un esempio a furia di logica ha trovato diverse soluzioni alle più svariate tematiche ), prima ancora che di usare la geometria, porsi davanti al proprio TF osservarlo per bene, e porsi delle domandine alle quali darsi delle risposte, vedrai che a furia per come ho fatto io di chiederti la soluzione a certe problematiche che il mercato ti presenta andrai alla ricerca di come gestire il mercato e qui ti do ancora una volta non il pesce ma la lenza per potere imparare a pescare.......a buon intenditore....sempre cari auguri

P.s. nello studio non cambiare mai TF ....mai !

resucitato
Posts: 78
Joined: 30/01/2017, 14:17

Re: Le problematiche degli Stop Loss

Post by resucitato » 22/03/2017, 14:29

il caos non è logico

geronimo
Posts: 42
Joined: 27/09/2015, 21:06

Re: Le problematiche degli Stop Loss

Post by geronimo » 22/03/2017, 16:34

resucitato wrote:il caos non è logico

scusa se ti contraddico ...senza polemica......ma quello che asserisci tu non è vero, tutto ha una ragione d'essere.

User avatar
Bellerofonte
Posts: 145
Joined: 15/03/2017, 11:23

Re: Le problematiche degli Stop Loss

Post by Bellerofonte » 22/03/2017, 18:35

geronimo wrote:
resucitato wrote:il caos non è logico

scusa se ti contraddico ...senza polemica......ma quello che asserisci tu non è vero, tutto ha una ragione d'essere.
Geronimo devo dire che mi hai incuriosito.
Ti ringrazio per la risposta alla prima domanda.
Però le domande erano due originariamente, sapresti darmi una dritta sull'altra?

Bellerofonte ha scritto:
2) Quale è il bacino di conoscenza sul trading che per voi ha fatto la differenza?
In questo caso chiedo sincerità: analisi tecnica, fondamentale o money management, lasciando stare per il momento il fattore psicologico.

Grazie!
La vita umana non è altro che un gioco della follia!

geronimo
Posts: 42
Joined: 27/09/2015, 21:06

Re: Le problematiche degli Stop Loss

Post by geronimo » 22/03/2017, 20:19

una corretta lettura del grafico, in assenza della quale si va a N.A.N. così come la chiamo io, occorre saper leggere il grafico di riferimento come un musicista sa leggere un rigo musicale, o come un medico una radiografia, se devo occuparmi dei fondamentali a mio parere tanto varrebbe acquistare dei titoli, riferirmi al money management ecquivarrebbe a farmi il calcolo quante operazioni ho a disposizioni prima di chiudere il mio conto questo aspetto della faccenda non mi tocca, e pertanto ancor meno il lato psicologico, mi viene da ridere se paragono questo aspetto ad un chirurgo che prima di operare si fa prendere dalla tremarella, spero di avere esaudito le tue richieste sperando che possano esserti d'aiuto in futuro, ciao.

resucitato
Posts: 78
Joined: 30/01/2017, 14:17

Re: Le problematiche degli Stop Loss

Post by resucitato » 22/03/2017, 20:58

non fare il criptico, dicci di più, guidaci verso la fonte della forza e della forma

geronimo
Posts: 42
Joined: 27/09/2015, 21:06

Re: Le problematiche degli Stop Loss

Post by geronimo » 22/03/2017, 22:57

resucitato wrote:non fare il criptico, dicci di più, guidaci verso la fonte della forza e della forma
criptico io ?.......ti prego di leggere il mio post precedente, non mi sono preposto come insegnante, ne guru, ne sapientone, ho risposto spero garbatamente ad un quesito non avendo nulla da dire sul secondo su sollecitazione dell'interessato , mi sono limitato ad una mia generica conoscenza, ma sappi ogni modo che non esiste il santo Graal, non ci si inventa trader dall'oggi al domani, mi dispiace dovertelo dire, è un percorso di maturità lungo e laborioso, vero è e lo confermo che alla fine si tratta dell'uovo di colombo, ma per arrivarci niente scorciatoie. ti basti questo mio suggerimento il movimento del mercato ha una sua logica sta a te trovarla, ma la logica c'è ed esiste, auguri e buon lavoro.

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 7 guests