ARENA POLITICA

Argomenti a piacere che non trovano spazio nelle altre sezioni del forum

Moderatori: carlo10, riccardo1981

geronimo
Messaggi: 96
Iscritto il: 27/09/2015, 21:06

ARENA POLITICA

Messaggio da geronimo » 05/04/2017, 12:56

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/bom ... 82813.html


Se le bombe chimiche di Idlib sono prodotte dai ribelli "moderati"

Altro che bombardamenti col gas Sarin, l'aviazione siriana ha distrutto un magazzino di armi chimiche prodotte dai ribelli. Quelle armi avrebbero dovuto essere consegnate in Iraq
Giovanni Giacalone - Mer, 05/04/2017 - 12:38
commenta

L'aviazione siriana ha distrutto un magazzino di armi chimiche prodotte e raccolte dai jihadisti nella provincia di Idlib. La notizia viene data dal Generale-Maggiore russo Igor Konashenkov, portavoce del Ministero della Difesa russo, che conosce bene il territorio in questione considerata la sua costante presenza presso la base di Hmeymim, in Siria, da dove decollano i caccia bombardieri russi.


"Colpito deposito di armi chimiche dei ribelli"
Nuovo scontro tra potenze sulla Siria
Dopo la strage a Idlib, si riunisce l'Onu

Il raid siriano partito nella giornata di martedì ha preso di mira un grande deposito nei pressi della cittadina di Khan Sheikhoun al cui interno venivano prodotte e conservate grosse bombe con gas tossico che dovevano poi essere consegnate in Iraq. Konashenkov ha tra l'altro ricordato che l’utilizzo di questa tipologia di armamenti da parte dei “ribelli” era già stato confermato sia dal governo iracheno che da alcune organizzazioni internazionali.

Si tratta del terzo attacco messo in atto dai ribelli, con armamenti chimici, nell’arco di due settimane; altri casi analoghi si erano verificati a fine ottobre e a novembre dello scorso anno mentre all'inizio della scorsa settimana esperti di una commissione russa sulle armi chimiche e biologiche avevano rinvenuto prove dell’utilizzo di bombe al cloro e al fosforo da parte dei jihadisti nella zona di Aleppo. Lo stesso tipo di munizioni era inoltre stato usato dai jihadisti nel 2016 sempre ad Aleppo, tanto che le vittime di Khan Sheikhoun presenterebbero gli stessi sintomi. Domenica 13 novembre 2016 infatti i jihadisti avevano preso di mira alcune postazioni dell’esercito regolare siriano nella zona di al-Nairab utilizzando armi chimiche tra cui le famigerate bombe al cloro. Ovviamente insieme ai militari erano stati intossicati anche numerosi civili.

Mesi prima era inoltre emerso che le medesime tipologie di armi erano state utilizzate dall’Isis in Iraq, nella zona di Tikrit, come affermato da fonti governative irachene e con tanto di immagini diffuse dalla Bbc.

Cominciano dunque a emergere nuovi elementi che indicherebbero una versione ben differente da quella immediatamente e frettolosamente riportata da molti media, secondo i quali "è stato Assad".

Se le armi chimiche venivano prodotte e immagazzinate da quei jihadisti che alcuni preferiscono definire “ribelli moderati”, allora è lecito chiedersi per quale motivo questi personaggi venivano lasciati liberi di operare in questo modo nei pressi di zone abitate.

Se la produzione e l’utilizzo di armi chimiche è vietata, allora per quale ragione nessuno si è preoccupato di impedirne la produzione ai “ribelli”? E’ plausibile che la Coalizione occidentale non sapesse nulla di quanto stava avvenendo nonostante i diversi casi segnalati sia in territorio siriano che iracheno?

Per quale ragione poi non vi era stata la medesima levata di scudi ad al-Nairab lo scorso ottobre quando erano stati i “ribelli moderati” a colpire con armi chimiche? Non dimentichiamo inoltre la componente narrativa e quella strategica, egregiamente esposte dal professor Marco Lombardi del centro studi sul terrorismo Itstime/Università Cattolica: "In un bombardamento a tappeto avremmo avuto un risultato più certo. La questione del "chimico" è comunicativa e percettiva – esattamente come quella dei bambini – ed ha il risultato di farci pensare che un’arma sia più etica di un’altra. Insomma: bambini e armi chimiche sono due emblemi narrativi che hanno il risultato di farci accettare la morte degli adulti e le armi non chimiche… Una strategia comunicativa strumentalmente usata da governi, istituzioni e associazioni, per i loro interessi che distoglie l'attenzione dal problema: la guerra".

Tornando al discorso iniziale, prima di accusare un governo di utilizzare armi di distruzione di massa è necessario fornire delle prove, altrimenti si rischia di ripercorrere precedenti come il caso delle armi di Saddam Hussein, mai trovate ma sufficienti a distruggere e destabilizzare un Paese condannandolo ad anni di guerra civile. Tra l’altro è di questa mattina la notizia, pubblicata dall’agenzia Tass, secondo cui l’Onu non sarebbe in grado di verificare e documentare l’utilizzo di tali armi da parte dell’aviazione siriana nell’attacco di ieri.

Di fatto c’è una sostanziale differenza tra la versione secondo cui "Assad ha utilizzato armi chimiche" e quella che indica la distruzione di fabbriche di armi chimiche prodotte dai "ribelli moderati" e distrutte dall’aviazione siriana.

Sponsor

Sponsor
 

Praytothemonitor
Messaggi: 285
Iscritto il: 11/06/2014, 19:14

Re: ARENA POLITICA

Messaggio da Praytothemonitor » 05/04/2017, 19:24

di Luciano Lago

I media occidentali hanno nuovamente lanciato una massiccia campagna di diffamazione e di falsificazione per attribuire alle forze dell’Esercito siriano la responsabilità di un presunto bombardamento con armi chimiche avvenuto martedì nella località di Jan Sheijun, nella provincia di Idlib, in una zona sotto il controllo dei terroristi.

La notizia di questo evento sarebbe stata fornita dall’Osservatorio Siriano dei Diritti Umani (OSDH) con sede a Londra, una fonte collegata ai ribelli siriani (fonte di parte) che alcune agenzie occidentali come AFP e Reuters citano sempre nelle loro corrispondenze sulla Sira.
Secondo la OSDH, decine di persone sono risultate ferite e ci sono state diverse vittime per effetto di un bombardamento che l’agenzia ha cercato di attribuire all’aviazione siriana.

Il comando dell’Esercito siriano ha immediatamente smentito e negato qualsiasi implicazione negli attacchi contro Jan Sheijun ed altrettanto ha fatto il comando russo.


Le fonti dell’Esercito siriano hanno negato decisamente di aver mai utilizzato armi chimiche e tossiche nella località di Jan Sheijun, ad Idlib. Le fonti hanno riferito alla Reuters che l’Esercito siriano “non dispone di armi chimiche e queste non sono mai state utilizzate in passato e tanto meno saranno utilizzate in futuro perchè l’Esercito siriano non dispone di tali armi”. Inoltre il comando Siriano ha respinto le accuse dichiarando di considerare questo un tentativo dei terroristi di coprire le proprie consecutive sconfitte.

Nella stessa dichiarazione il comando siriano responsabilizza dell’attacco con armi chimiche i gruppi armati dell’opposizione (terroristi) ed i loro patrocinatori. Si aggiunge che i gruppi armati terroristi costantemente hanno cercato di accusare l’Esercito siriano di utilizzare armi chimiche contro i componenti di questi gruppi o contro i civili, hanno segnalato.
Le accuse si sono rivelate sempre false mentre si è accertato che, ad Aleppo come ad Hama ed in altre località, i gruppi terroristi hanno utilizzato armi chimiche fornite loro attraverso la Turchia e l’Arabia Saudita. Questo era accaduto anche nel 2013, nella zona del Guta, quando i terroristi organizzarono un attacco chimico cpontro la popolazione per attribuirne la responsabilità all’Esercito siriano e determinare il pretesto per un intervento degli USA. Vedi: L’SIS ha usato le armi chimiche in Siria e Iraq

Vedi: Toccare il fondo con le armi chimiche usate dai ribelli in Siria

In questa occasione alcuni osservatori riferiscono che probabilmente è accaduto che si è prodotta l’esplosione di un deposito di sostanze chimiche che i gruppi terroristi, che avevano il controllo della zona di Jan Sheijun, detenevano per utilizzarlo contro l’avanzata delle forze siriane. L’esplosione ha prodotto le vittime ed i feriti di cui adesso parlano i media occidentali, che naturalmente aspettavano l’occasione per attribuire l’evento alle forze siriane.

Da notare che i media occidentali che hanno diffuso la notizia, data in apertura di telegiornali in Italia, sono gli stessi che hanno nascosto le ultime stragi prodotte dall’aviazione USA in Siria ed in Iraq, come il bombardamento di una moschea ad Idlib, il 17 Marzo che ha prodotto 42 morti e 120 feriti. Sono i media che non hanno dato notizia della scuola bombardata dall’Aviazione a guida USA a Mosul, dove sono morti 240 persone di cui bambini e donne in maggioranza. Strage poi riconosciuta dal comando USA ma mai menzionata dalle TV occidentali.

Si tratta degli stessi media che non forniscono notizia alcuna delle continua stragi che vengono commesse nello Yemen dall’aviazione USA e Saudita che, con bombardamenti massicci ed indiscriminati, stanno facendo terra bruciata in quel paese per favorire il ritorno di un governo filo saudita. Un paese questo che rischia la morte per fame di milioni di persone per causa del blocco aereo navale dei rifornimenti effettuato dalle forze aeronavali degli USA e dell’Arabia Saudita. Di questo i telegiornali in Italia come in Occidente non parlano.

Tuttavia per uno “strano caso” questi media, in Italia in prima fila la RAI, la 7 e Sjky News, quando si tratta della Siria di Assad, aprono i loro TG con le presunte stragi prodotte in Siria dai russi e dai siriani, come accadde ad Aleppo dove ogni sera si parlava di un nuovo ospedale bombardato (sembra che ve ne fossero almeno 66 ad Aleppo secondo le fonti occidentali), con “l’ultimo pediatria” fuggito, ed adesso proseguono la litania propagandistica con le bombe chimiche sganciate dall’aviazione di Assad che uccidono bambini e donne, crimini di guerra commessi sempre dai siriani e dai russi.

La propaganda e la manipolazione mediatica sono una potente arma a disposizione delle centrali di potere atlantista per diffamare e criminalizzare tutti coloro che non si piegano alla dominazione anglo USA.

geronimo
Messaggi: 96
Iscritto il: 27/09/2015, 21:06

Re: ARENA POLITICA

Messaggio da geronimo » 05/04/2017, 20:34

trovo vergognoso e prostituto l'atteggiamento occidentale a favore di chi ci si dovrebbe difendere.....aspetto ancora che si trovino le armi di distruzione di massa di saddam, gli usa hanno per motivi poco nobili destabilizzato mezzo pianeta volendo esportare la democrazia a chi della democrazia non sa che farsene, ma mi chiedo chi ha dato all'occidente il diritto di costringere altri popoli a dovere osservare il nostro modo di vivere ?, se di questo si tratta, ma questo motivo lo vadano a raccontare
ai pesci il cui destino è quello di abboccare.

geronimo
Messaggi: 96
Iscritto il: 27/09/2015, 21:06

Re: ARENA POLITICA

Messaggio da geronimo » 05/04/2017, 20:43

http://www.ilprimatonazionale.it/esteri ... dra-61304/



L’Osservatorio siriano per i diritti umani? Una sola persona che vive in Inghilterra
10shares
Aggiunto da Eugenio Palazzini il 5 aprile 2017.

image: http://www.ilprimatonazionale.it/wp-con ... 00x198.jpg
Rami Abdel RamanRoma, 5 apr – “Il raid aereo con ‘gas tossici’ è stato lanciato questa mattina contro Khan Sheikhun, città nella provincia nord-occidentale di Idlib, sotto il controllo dei ribelli. L’attacco ha fatto almeno 72 morti, tra i quali – secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani – almeno venti bambini e diciassette donne”. Così Repubblica spiega quanto avvenuto ieri in Siria, citando l’affidabile e solita fonte da cui, come la gran parte dei media internazionali, trae notizie attendibili sulla Siria. O per meglio dire sui crimini del sanguinario Assad a danno degli inermi civili siriani.

Ma cos’è davvero questo “Osservatorio siriano dei diritti umani”? In realtà la domanda è mal posta, perché dovremmo chiederci chi è questo Osservatorio. Visto che non si tratta di un’organizzazione indipendente composta da reporter liberi che informano il mondo sulla situazione siriana, ma di una singola persona che vive a Coventry, cittadina inglese a nord-ovest di Londra. In pratica tutte le informazioni targate “Osservatorio siriano dei diritti umani” che giungono alle redazioni esteri dei giornali arrivano non dalla Siria, ma dall’ufficio del signor Rami Abdel Raman, che dice di avvalersi di almeno quattro collaboratori. Versione tra l’altro sostenuta anche dal New York Times.

Un uomo comunque ben informato sulla situazione nonostante viva in Inghilterra? Talmente tanto da doversi celare per sicurezza dietro uno pseudonimo, visto che il suo vero nome è Osama Suleiman, fuggito dalla Siria 17 anni fa dopo l’arresto di due sodali legati alla Fratellanza Musulmana, accusati di attività contro lo Stato. E proprio il New York Times rivela che la casa in cui vive il signor Suleiman è una gentile concessione del governo di Londra. Lo stesso quotidiano americano, pur sostenendo la bontà delle informazioni fatte circolare dall’Osservatorio, sostiene poi che a finanziarne le attività sarebbe proprio uno “Stato europeo”. Chissà quale visto dove vive e considerato che il 21 novembre 2011 Suleiman viene immortalato mentre lascia il ministero degli Affari Esteri e del Commonwealth.

Read more at http://www.ilprimatonazionale.it/esteri ... prWj7rK.99

Praytothemonitor
Messaggi: 285
Iscritto il: 11/06/2014, 19:14

Re: ARENA POLITICA

Messaggio da Praytothemonitor » 06/04/2017, 16:10

alcune motivazioni :
Allegati
Catturaassad.JPG
Catturaassad.JPG (108.12 KiB) Visto 2685 volte

Praytothemonitor
Messaggi: 285
Iscritto il: 11/06/2014, 19:14

Re: ARENA POLITICA

Messaggio da Praytothemonitor » 06/04/2017, 16:42

altre forti motivazioni in fondo a questo articolo:

http://www.maurizioblondet.it/un-waterg ... ano-assad/



Si ha la netta impressione che proprio perché è con le spalle al muro, e palesemente terrorizzato di perdere il potere, che il Deep State (che esiste anche qui, nell’altra sponda dell’Atlantico, vedi Mogherini-Tusk e Juncker e NATO) abbia strillato con metodo concertato per accusare Putin ed Assad senza prove del delitto di uso del sarin in Siria (un delitto di cui pare avesse conoscenza previa),e stia provando ad aggravare la crisi medio-orientale. Solo una guerra può salvarlo. Uno stato di guerra, per esempio, bloccherebbe le elezioni e farebbe restare al potere Francois Hollande, Merkel e Mogherini avrebbero tutti i prolungamenti dei mandati che occorrono.

geronimo
Messaggi: 96
Iscritto il: 27/09/2015, 21:06

Re: ARENA POLITICA

Messaggio da geronimo » 06/04/2017, 17:58

...........e i servi sciocchi specie italici abboccano come in Libia con gheddafi........masochismo allo stato puro, aiutando chi ci vuole derubare a derubarci di priorità economiche........più stupidi o servi di così si muore, abbiamo inflitto sanzioni economici alla Russia perdenso plus-valenza nell'import-export....più stupidi o servi di così si muore, però aumentano le accise al carburante, che serve per il trasporto interno...piu stupidi di così si muore.

geronimo
Messaggi: 96
Iscritto il: 27/09/2015, 21:06

Re: ARENA POLITICA

Messaggio da geronimo » 07/04/2017, 9:02

Trump fuori di testa...............è cambiato il suonatore , ma la musica è sempre quella, Ahi !

Siria, attacco Usa con 60 missili Trump: gli altri Paesi si uniscano

Dal nostro corrispondente a WASHINGTON — La prima azione di guerra di Donald Trump: 59 missili Tomahawk lanciati contro la base siriana di Al Shayrat, da dove, secondo l’intelligence americana, sarebbero partiti i jet di Bashar al Assad carichi di armi chimiche. Al momento non si hanno notizie di vittime o di feriti. Non sarebbe stato colpito alcun aereo o mezzo dei russi, schierati con il regime di Damasco. I missili sono stati lanciati probabilmente da una portaerei alle 20.30 ora americana, le 2,30 in Italia.
© Fornito da RCS MediaGroup S.p.A.

Le parole di Trump

Trump era a cena con il presidente cinese Xi Jinping, nel resort di Mar-a-Lago in Florida. Poco dopo si è presentato davanti alle telecamere per rilasciare una breve dichiarazione: «Cari concittadini, martedì scorso il dittatore siriano Bashar al-Assad ha lanciato un orribile attacco chimico contro civili innocenti; usando un letale gas nervino, Assad ha stroncato la vite di uomini, donne, bambini senza speranza. È stata una morte lenta e brutale per molti di loro. Perfino neonati meravigliosi sono stati crudelmente assassinati in questo attacco barbarico. Nessun figlio di Dio dovrebbe mai patire un simile orrore». Poi la spiegazione del raid. «Questa notte ho ordinato un’azione militare mirata sull’aeroporto in Siria da cui è partito l’attacco chimico. È nell’interesse vitale per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti prevenire e scoraggiare la diffusione di armi chimiche letali. Non c’è alcun dubbio che la Siria abbia queste armi terribili, violando i suoi impegni previsti dalla Convenzione sulle armi chimiche e ignorando gli inviti del Consiglio di sicurezza dell’Onu. Non sono serviti anni di tentativi per indurre Assad a cambiare atteggiamento. E’ stato un fallimento e un fallimento molto drammatico. Il risultato è che la crisi dei rifugiati continua ad aggravarsi e le regione continua a destabilizzarsi, minacciando gli Stati Uniti e i suoi alleati. Questa sera faccio appello a tutte le nazioni civilizzate a porre fine alle stragi e allo spargimento di sangue in Siria e a porre fine al terrorismo di ogni tipo».

L’ipotesi più limitata

Nel pomeriggio di ieri, 6 aprile, il Segretario alla Difesa James Mattis aveva sottoposto al presidente degli Stati Uniti due opzioni. Prima: bombardamento di alcuni aeroporti militari controllati dal governo di Damasco. Seconda: raid contro obiettivi diversi, non solo scali aerei, ma anche le fabbriche sospettate di assemblare le armi chimiche. Trump ha scelto l’ipotesi più limitata, ordinando anche ai suoi generali di avvisare i russi, utilizzando il canale di comunicazione riservato alle emergenze. Ma il segnale è chiaro e i Tomahawk di stanotte riportano al massimo le tensioni tra Washington e Mosca. Il prezzo del petrolio, indicatore significativo in questi casi, è già in rapida salita.

Praytothemonitor
Messaggi: 285
Iscritto il: 11/06/2014, 19:14

Re: ARENA POLITICA

Messaggio da Praytothemonitor » 07/04/2017, 10:52

..............e ok, una risposta immediata a caldo di Putin:

"QUELLO CHE è ACCADUTO è UNA RISPOSTA UNILATERALE INACCETTABILE CONTRO UNO STATO SOVRANO CHE NON POSSIEDE PIU' DA TEMPO ARMI CHIMICHE E PER GIUNTA SULLA BASE DI UN EVENTO FALSO. L'ATTACCO SERVE UNICAMENTE A MASCHERARE IL VERO MASSACRO DI CIVILI CHE STA ACCADENDO IN IRAQ. TRUMP è PASSATO SOTTO IL CONTROLLO DELLE ELITES CHE GOVERNANO NELL'OMBRA GLI STATI UNITI"

..............però.....:

"Trump
tutti i suoi discorsi fino a 10 giorni fa
erano mirati a nazionalismo e protezionismo
risanamento economico e posti di lavoro
dazi per proteggere il prodotto americano e investimenti
per la salute, indagini sui vaccini e corruzione nel Dipartimento di Stato, CIA da smantellare e fine dello sperpero in armi e missioni "di pace" nel Mondo. Al punto da ventilare l'uscita dalla NATO e da altre organizzazioni internazionali poco utili ed estremamente costose. Oggi, lancia 59 missili in Siria
E' stato sostituito"
1) sul suo profilo Twitter non c'è nulla, andando indietro fino al 31 marzo sull'attacco siriano con armi chimiche
si parla di giornata dell'Autismo e ieri di visita ufficiale dell'associazione dei veterani alla Casa Bianca
zero notizie sui missili Tomahawk
https://twitter.com/realdonaldtrump
2) e questo è il suo profilo FB ufficiale
9 ore fa. Discorso alla Casa Bianca con i reduci feriti e la loro associazione
https://www.facebook.com/DonaldTrump/
3) ultime notizie nella sezione del sito della Casa Bianca
NIENTE!
NESSUN RIFERIMENTO NEANCHE ALL'ATTACCO CHIMICO
https://www.whitehouse.gov/blog
4) chi ha pronunciato il discorso sui BAMBINI SIRIANI e sul "cambiamento di direzione nell'opinione su Assad"?
SUL SITO DELLA CASA BIANCA NON C'E' TRACCIA!!
https://www.whitehouse.gov/briefing.../ ... nd-remarks
5) SOLO LA CNN STA DIRAMANDO OGNI DETTAGLIO SULL'ATTACCO MISSILISTICO ALLA BASE AEREA SIRIANA. Nessuna immagine
Vi pare che una mossa del genere, unilaterale, senza alcuna autorizazzione, senza l'allerta NATO o consigli di sicurezza ONU riuniti in emergenza, nessuna telefonata a Theresa May o agli Alleati, nessuna conferenza stampa, nessun generale che illustri l'attacco, a che ora è avvenuto, come è stato sferrato....SIA POSSIBILE?
NIENTE?
NESSUN COMMENTO DA NESSUNA PARTE?
Provate a cercare anche voi FONTI UFFICIALI CHE NON SIANO LA CNN (cacciata dalla Casa Bianca e dalla sala stampa)
(se leggete il post di ieri sera da me, sulle modalità del FALSO ATTACCO CHIMICO di Idbl, commentate da una ONG di medici svedesi, vi renderete conto di come ci stanno FREGANDO)
OCCHI APERTI
sono quasi certa che questo attacco missilistico non sia mai avvenuto....

........... e vorrei pure ricordare che: è cominciato tutto con la sostituzione del Segretario di Stato, andate a spulciare il sito della Casa Bianca e i siti ufficiali di Trump
NON UN SOLO ACCENNO ALL'ATTACCO

è tutta roba del Pentagono questa
Trump era in Florida al momento dell'attacco e ha dato l'annuncio durante la cena col presidente cinese:
https://www.nytimes.com/video/us/politi ... syria.html
una tenda azzurra dietro e due bandiere!!

hahahaha gorilla in bermuda hahaha e credono che ci beviamo tutto ... hanno attaccato un paese sovrano e sembra che stiano al mare https://twitter.com/Scavino45/status/850190037043953664

Il presidente resta alla Casa Bianca se muove un attacco del genere contro un altro Paese
resta in contatto permanente con tutti i sistemi di controllo, sicurezza, militari del paese!


sembra propio un falso, modificando la mimica labbrale con compiuter grafica


e pian piano la verità arriva:
Organizzazione umanitaria svedese - Medici Svedesi per i Diritti Umani - esaminano attentamente i filmati provenienti da Idbl.

sta gestendo tutto TILLERSON il neo eletto Segretario di Stato imposto a Trump dopo le accuse che il precedente suo nominato avesse avuto corrispondenza con il governo russo durante la campagna elettorale (accuse mai provate)
la CNN che sta coprendo totalmente le notizie e la CASA BIANCA CONTINUA A TACERE SULL'ARGOMENTO
non ci sono precedenti
niente.....sul sito della casa bianca NON C'E' NIENTE!! non ci sono bollettini militari....ZERO!
non ci sono dichiarazioni oltre quelle di Tillerson
HA PRESO IL COMANDO insieme al Pentagono e alla CIA
IL GOVERNO OMBRA
e l'attacco chimico è FALSO
stanno parlando di "nascita di una nuova amministrazione Trump"
è sostituzione piena,non so cosa accadrà
Putin è solo adesso
Putin e Trump avevano appena riconosciuto GERUSALEMME COME CAPITALE DELLO STATO PALESTINESE

fattevi due conti...


ricordo anche il piccolo ammanco della FED (CODESTO TRUST è scaduto nel 2012 ma Obama se n'è stranamente dimenticato) https://www.youtube.com/watch?v=2UE7F-ItIM0


ci ho messo 1 oretta per capire, immagino sia troppa fatica per la maggior parte delle persone...ahhh già ...che siamo a venerdì e c'è il pallone

geronimo
Messaggi: 96
Iscritto il: 27/09/2015, 21:06

Re: ARENA POLITICA

Messaggio da geronimo » 07/04/2017, 14:07

E' triste dirlo ma gli USA sono i principali artefici del disordine mondiale, il motivo è semplice: stanno dall'altra parte dell'Atlantico tutto quello che può succedere in Europa, Asia e Africa che sono territorialmente contigue, non ha effetti diretti sulla convivenza civile, anzi può portar loro molti vantaggi. A parte il fatto di alimentare l'industria bellica e giustificare la sopravvivenza della NATO, sono molto bravi ad attrarre i profughi di serie A, quelli con alta scolarizzazione e/o specializzazione. Ma finché questi servi sciocchi di governanti europei non lo capiscono, non c'è niente da fare.

Gentiloni: "Dagli Usa risposta motivata a crimine di guerra"....il napoleone de noantri ha dichiarato !

per la categoria zerbini da mettere davanti al portone d'ingresso sulla strada.

Rispondi