arricchirsi col trading

Raccontateci come vanno gli affari e le vostre tecniche di money management

Moderatori: riccardo1981, Dainesi

Avatar utente
ciglie
Messaggi: 889
Iscritto il: 28/08/2015, 20:10

Re: arricchirsi col trading

Messaggio da ciglie » 18/11/2017, 15:18

riccardo1981 ha scritto:
18/11/2017, 13:27
Ciao ciglie condivido in parte il discorso del 26%. Io firmerei subito se dal mio stipendio prendessero un'aliquota secca del 26%..quando invece ne pago almeno 20 punti in più. Quindi se dovessi vivere di solo trading il 26% lo pagherei molto volentieri perché a conti fatti pagherei molto meno di certi dipendenti.. Non parliamo nemmeno di chi è a partiva iva..
Sicuramente se lo paragoniamo ad altri lavori con relative tasse non c'è paragone e infatti non è che sia il massimo della giustizia che in Italia ci sia una tassazione del 68% del reddito contro la media europea del 40%. Comunque in linea di principio io trovo proprio ingiusto tassare un lavoro così difficile e rischioso come il trading sulle valute. Non che voglia negare che con qualsiasi attività il rischio di fallire ci sia comunque, ma sfido a trovare qualcosa di simile al trading, dove essere in un periodo profittevole non significa per niente poter stare tranquilli che la nostra attività sta andando bene o è al sicuro da un tracollo...
...il mercato non è proprio un posto dove metti dei soldi e serenamente li moltiplichi...

Sponsor

Sponsor
 

Avatar utente
ciglie
Messaggi: 889
Iscritto il: 28/08/2015, 20:10

Re: arricchirsi col trading

Messaggio da ciglie » 18/11/2017, 15:38

elnagual ha scritto:
18/11/2017, 14:08
Cambiare residenza fiscale ha senso se abbiamo fatto un botto enorme di soldi. Se navighiamo nell'incertezza del domani, pur avendo un ottimo sistema, avremo ancora bisogno di un'altra entrata , estera e preferibilmente gestibile on line, cosa non da tutti.
Famose a capì, se vogliamo restare sicuri sicuri, con un altro lavoro che ci permetta la sicurezza economica e seguire col trading i sogni di ricchezza,
abbiamo bisogno di :

-lavoro sicuro, o con entrate sicure, quindi preferibilmente da dipendente

-lavoro che ci permetta di stare al p.c. negli orari di maggiore contrattazione, preferirei dalle 8 alle 13, ma anche dalle 14 alle 17 si possono fare buone cose

Ora i lavori si riducono a:
- operaio turnista
- lavori notturni, receptionist et similia
- fare lavori a partita iva , ad esempio venditore di materassi che lavora nel serale
- operazioni immobiliari ( che tanto vanno per la maggiore), per le quali ci vuole un'esperienza che il trading può solo accompagnare
- attività on line

Poniamo il caso che si inizi ad avere successo come dice Ciglie: qual è il capitale minimo per lasciare tutto ? e quindi anche quel
lavoro sicuro ? ( altre partite iva non le prendo neanche in considerazione, perché sono rischiose quanto e più del trading in Italia).
Diciamo che è talmente esagerato da non farci lasciarci il paese a meno che di non avere un'attività on line che ci permetta
di avere un 'entrata stabile. Qual è questa attività ? Mbè , o siamo esperti già in un qualcosa (difficile, altrimenti eravamo già ricchi),
o ci mettiamo a fare affiliazioni, o molto più probabilmente CI METTIAMO A VENDERE CORSI DI TRADING, alla fine è forse l'unica :sad:
Cambiare residenza ha senso se con il trading ci tiri fuori i soldi che ti servono al fine di pagare meno tasse e avere ancora più tranquillità. Forse è più difficile accettare di affidarsi al solo trading come reddito vista la sua difficile gestione. Chi ci dice che riusciremo sempre a tirarci fuori i soldi necessari? Comunque sono d'accordo sul secondo lavoro, almeno inizialmente, (o magari sempre...), ci vorrebbe e deve essere certo un lavoro compatibile con il tempo che necessita stare sui grafici, cosa molto soggettiva e variabile da strategia a strategia. Che poi quel secondo lavoro sia legato al trading stesso è molto plausibile, se uno non riesce a vivere di solo trading, (o non si accontenta...), ma è saturo di nozioni e prove fa anche bene a sfruttare le sue conoscenze.
...il mercato non è proprio un posto dove metti dei soldi e serenamente li moltiplichi...

elnagual
Messaggi: 325
Iscritto il: 19/08/2017, 11:40

Re: arricchirsi col trading

Messaggio da elnagual » 18/11/2017, 18:04

Ciglie , volevo andare sul pratico. Ora, o fai trading automatico e hai (relativamente) tempo per fare altre cose. O fai discrezionale e le cose
sono tutto sommato 2:
1 hai già tanti soldi
2 sei bravo nel trading ma hai bisogno di un secondo lavoro

caso 2, quale sarà questo lavoro che ti permetterà di fare contemporaneamente trading?

Avevo ridotto le ipotesi. Ma se siamo già propensi a trasferirci, non sarà meglio iniziare
un'attività on line? Per quello dico che alla fine i trader , bravi o meno, finiscono
tutti a fare i venditori on line. Ma è così in tutti i campi ... Frank Merenda mica vende,
fa i corsi di vendita... Bardolla che va veramente a fare i saldi e stralci immobiliari?

Avatar utente
ciglie
Messaggi: 889
Iscritto il: 28/08/2015, 20:10

Re: arricchirsi col trading

Messaggio da ciglie » 18/11/2017, 19:27

elnagual ha scritto:
18/11/2017, 18:04
se siamo già propensi a trasferirci, non sarà meglio iniziare
un'attività on line?
Anche un lavoro stagionale all'estero non sarebbe male....tipo 4/5 mesi tiri fuori qualche migliaio di euro e vai anche di grafici mentre gli altri mesi provi solo con il trading...
...il mercato non è proprio un posto dove metti dei soldi e serenamente li moltiplichi...

Fabrizio
Messaggi: 1632
Iscritto il: 19/05/2014, 10:14

Re: arricchirsi col trading

Messaggio da Fabrizio » 18/11/2017, 19:47

Tanto di cappello per la concretezza enalgual. Un po di storia vista la apparente "giovinezza" di alcuni. Il Forex, come comparto del "trading" più in generale, è andato forte fino al 2010. E la ragione intrinseca era che , di fatto, per un cavillo interpretativo relativo ai rollover, fino a quel punto era di fatto( e universalmente), considerato ESENTASSE. Erano ,e sono stati anche in questo Forum, anni davvero belli e di gran fermento....ne ho quasi nostalgia.....pur con le solite truffe e "brokerate" gia presenti. Dopodiche, a interpello presentato all' AdE, strumentale o meno, vero o fittizio, tutto è rapidamente "scivolato". Dal 12,5 al 26 % in pochi anni, senza tenere conto del tentativo di far passare la Tobin Tax in versione piu o meno calmierata, che avrebbe di fatto cancellato il segmento. Ora, per quanto il 26 % rapportato ad altre tassazioni sia oggettivamente conveniente, non lo è tantissimo se di fatto si tiene conto del "come" viene applicato se non si rischia scegliendo il regime dichiarativo che tuttavia non è allineato con la subdola pretesa contenuta nella risposta all'interpello. ( dacce subbito er 26 su ogni movimento ekkisenefrega de come te va poi....) E che viene applicata invece con il regime sostitutivo. Cosa che ha fatto si che alcuni broker abbiano persino rinunciato alla autorizzazione a operare in tal modo, pur avendola ottenuta. Non basta. Da quando è avvenuto lo "sganciamento" operato dalla BNS a "sorpresa" del rapporto USD/CHF che ha generato disastri a non finire con fallimento di broker e trader che si sono trovati indebitati pesantemente o comunque costretti a cause legali per difendersi da richieste di denaro, improvvisamente la seconda colonna portante sino ad allora in evidenza : " non puoi perdere più dei soldi che decidi di rischiare", è diventata " attenzione, puoi perdere più del capitale investito". ORA. fatto salvo che la priorità è avere una buona tecnica o comunque una buona predisposizione psicologica e professionale.........Come dare torto a quelli che neanche tanto candidamente fanno B2B in tutto o in parte abbattendo rischi e stress ? Vi assicuro che il mondo imprenditoriale stesso, quello classico, si è riempito di "consulenti" , ovvero di persone che non rischiando ne investendo un centesimo come imprenditori, dicono agli imprenditori cosa devono fare per avere successo. Un po come i nostri amici corsisti. Cosa fare ? Eccoci arrivati al punto che costituisce il giro di boa allo stato attuale. Io la risposta me la sono data. Ma non sono ancora stato capace di renderla concreta. Forse non sono abbastanza bravo.

neofita
Messaggi: 214
Iscritto il: 05/08/2017, 22:43

Re: arricchirsi col trading

Messaggio da neofita » 20/11/2017, 17:26

ho risposto ora alla domanda sul betting... sto prendendo in considerazione anche il trading sportivo.. da quel che sò le scommesse non sono tassate e parlando in generale le percentuali di rendita sono molto superiori a quelle del trading.
a quote basse e tradate in live si possono ottenere guadagni dal 5/15% in 90minuti.. con un capitale di 2/3mila € è possibile cominciare a tirare su qualcosa. molto più proficuo ma rischioso il trading su basket e tennis..
credo che con una base di trading forex si possa partire avvantaggiati, studiando e capendo bene il significato di punta e banca su betfair.
cosi da fare due lavori molto simili da un unica postazione.

oppure andare in indonesia o tailandia dove con 500€ vivi molto meglio che in italia :green:

elnagual
Messaggi: 325
Iscritto il: 19/08/2017, 11:40

Re: arricchirsi col trading

Messaggio da elnagual » 20/11/2017, 18:48

neofita ha scritto:
20/11/2017, 17:26
ho risposto ora alla domanda sul betting... sto prendendo in considerazione anche il trading sportivo.. da quel che sò le scommesse non sono tassate e parlando in generale le percentuali di rendita sono molto superiori a quelle del trading.
a quote basse e tradate in live si possono ottenere guadagni dal 5/15% in 90minuti.. con un capitale di 2/3mila € è possibile cominciare a tirare su qualcosa. molto più proficuo ma rischioso il trading su basket e tennis..
credo che con una base di trading forex si possa partire avvantaggiati, studiando e capendo bene il significato di punta e banca su betfair.
cosi da fare due lavori molto simili da un unica postazione.

oppure andare in indonesia o tailandia dove con 500€ vivi molto meglio che in italia :green:
figo, ma che c'entra con 3d? Forse rispondevi a ciò che a detto Fabrizio sulla tassazione del forex fino al 2010 ?

elnagual
Messaggi: 325
Iscritto il: 19/08/2017, 11:40

Re: arricchirsi col trading

Messaggio da elnagual » 20/11/2017, 19:05

ho scritto pure la terza persona del verbo avere senza l'acca... mi sembra un ottimo motivo per ritirarmi per sempre

Avatar utente
nagsul
Messaggi: 285
Iscritto il: 17/11/2016, 12:14

Re: arricchirsi col trading

Messaggio da nagsul » 20/11/2017, 21:33

neofita ha scritto:
20/11/2017, 17:26
sto prendendo in considerazione anche il trading sportivo..
E qui mi confermi l'idea del tipo di trading che attui :lol:

PS. prendila sul ridere come mi è venuta leggendoti. Abbiamo solo MM molto distanti, non prenderla come una critica o altro

neofita
Messaggi: 214
Iscritto il: 05/08/2017, 22:43

Re: arricchirsi col trading

Messaggio da neofita » 28/11/2017, 3:16

elnagual ha scritto:
20/11/2017, 18:48
neofita ha scritto:
20/11/2017, 17:26
ho risposto ora alla domanda sul betting... sto prendendo in considerazione anche il trading sportivo.. da quel che sò le scommesse non sono tassate e parlando in generale le percentuali di rendita sono molto superiori a quelle del trading.
a quote basse e tradate in live si possono ottenere guadagni dal 5/15% in 90minuti.. con un capitale di 2/3mila € è possibile cominciare a tirare su qualcosa. molto più proficuo ma rischioso il trading su basket e tennis..
credo che con una base di trading forex si possa partire avvantaggiati, studiando e capendo bene il significato di punta e banca su betfair.
cosi da fare due lavori molto simili da un unica postazione.

oppure andare in indonesia o tailandia dove con 500€ vivi molto meglio che in italia :green:
figo, ma che c'entra con 3d? Forse rispondevi a ciò che a detto Fabrizio sulla tassazione del forex fino al 2010 ?
Esatto.. cmq sia è sempre una tipologia di trading anche se fatto sulle quote. Per uno che ne capisce e segue lo sport può essere una buona entrata extra.. e poiche si parlava di arricchirsi con il trading, ho postato.

Rispondi