operatività di un professionista

Raccontateci come vanno gli affari e le vostre tecniche di money management

Moderators: riccardo1981, Dainesi

oscargrant
Posts: 1
Joined: 02/04/2017, 15:39

Re: operatività di un professionista

Post by oscargrant » 02/04/2017, 15:47

Jokko wrote:Della serie che ho parlato con un ex trader di UBS e leggete bene UBS (Unione banche svizzere)e non con il primo stronzo che gira per la piazza a vendere corsi da 2 centesimi (napoli style). E mi ha riferito che la figura del trader sta letteralmente svanendo dalla piazza mi ha detto che i trader sono in via di ESTINZIONE per lasciare spazio agli ingegneri con l'algoritmica, perciò prima di parlare informatevi. Chi fa soldi usa algoritmi e ripeto ALGORITMI. Adesso per favore non saltate fuori con le solite cazzate del tipo "IO GUADAGNO" anche discrezionalmente. Senò mi tocca chiedervi si ma da quanto? può andare bene 1 anno 2 anni 3 anni e il 4 anno venire impallinati come delle sardine da oceano. Il trucco per sopravvivere è diversificare e mi dispiace dirlo ma discrezionalmente diversificare diventa una tortura, come può un'umano tradare su 60 0 100 strumenti diversi nello stesso momento?
Ah un altra cosa il santo grall del trading esiste eccome si chiama trading ad alta frequenza.

ora andate in pace

Ps. Fare trading per hobby è una cosa farlo per lavoro è un altra cosa, quando ci sono in ballo capitali da 100k o 200k 0 300k o 1kk li è un altro livello di trading un altro mondo non si scherza

Chi sarebbe questo uomo UBS?
Berlinzani?!?!
Se dovesse essere lui...Le ricordo che costui non era un Trader ma un Market Maker per la Lira Italiana. Conosce la differenza ?!?

Sponsor

Sponsor
 

geronimo
Posts: 75
Joined: 27/09/2015, 21:06

Re: operatività di un professionista

Post by geronimo » 18/07/2017, 9:51

Dainesi wrote:
29/03/2017, 21:30
Bellerofonte wrote:Scusate, riprendo questa discussione che ho letto attentamente, ma ho bisogno di una risposta definitiva.

Dopo aver studiato e dopo aver fatto anni di esperienza, è possibile avere guadagni costanti nel lungo termine con il mercato forex operando discrezionalmente?

Tutti dicono tutto ed il contrario di tutto, se ci spendo energie e se ce le spendete anche voi forse qualcosa nel lungo termine si riuscirà a fare... o no?

Altrimenti sarebbe un forum di ludopatici!
Le persone che perdono cercano risposte e postano quesiti sui vari forum senza peraltro ricevere risposte che li soddisfino (stimolando però eco di esperienze simili). Coloro che hanno risolto i loro quesiti lavorano serenamente e di rado ritornano sui forum poiché hanno esaurito la loro sete di "perché".

Ripeto, caso mai fosse sfuggito ad alcuni: il 95% di persone che perde, come raccontano le leggende metropolitane, sono una percentuale di un insieme che prende in considerazione tutte le persone che almeno una volta nella vita hanno provato ad investire. Questa percentuale NON si riferisce alla popolazione di trader attivi, ovvero a coloro che giornalmente lavora di trading. Per loro la percentuale è invertita: il 95% guadagna (chi più e chi meno come in tutte le professioni) mentre il 5% ne esce per "pensionamento".

Mi verrebbe da dire che il 100% guadagna ma va da sè che anche tra i professionisti ogni tanto c'è qualche "colpo di caldo" che fa commettere errori e quando si associa qualche altra patologia può portare a terminare anzitempo la carriera.

Come ultima nota tengo a sottolineare che se questa non è ancora la propria professione (non perché non piace ma perché non è ancora profittevole con costanza nel medio) è meglio evitare di lasciare la vecchia (se si ha la fortuna di possederne una). Ricordate il vecchio proverbio: "Mai lasciare la strada vecchia per la nuova: si sa quel che si perde ma non si sa quel che si trova!"
applausi !

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest