Il "sacro graal" del trading

Raccontateci come vanno gli affari e le vostre tecniche di money management

Moderatori: riccardo1981, Dainesi

Avatar utente
ciglie
Messaggi: 877
Iscritto il: 28/08/2015, 20:10

Re: Il "sacro graal" del trading

Messaggio da ciglie » 15/12/2016, 13:08

Enea ha scritto:
Questo è davvero un post molto istruttivo, grazie LVCA!! Sopratutto la parte evidenziata in rosso. Quando parli di uscire dalla zona di confort suppongo tu ti riferisca al fatto di lasciar correre i profitti e tagliare le perdite, andando contro l'istinto di mettere subito in cassa un guadagno e di lasciare aperta una perdita nella speranza che rientri...
Altra qualità è saper aspettare...pazienza strategica...molto difficile.
...il mercato non è proprio un posto dove metti dei soldi e serenamente li moltiplichi...

Sponsor

Sponsor
 

robbi58
Messaggi: 239
Iscritto il: 18/05/2014, 15:42

Re: Il "sacro graal" del trading

Messaggio da robbi58 » 18/12/2016, 1:02

Io credo che la variabile tempo sia molto importante, non tanto quella delle barre regolate su un timeframe, ma quel tempo che si suddivide in prezzo che sale e prezzo che scende.
Di solito se il prezzo sale, il tempo in secondi in cui il prezzo scende è maggiore del tempo in secondi in cui sale.
Questo è un modo molto efficace per creare una percezione distorta del vero andamento del prezzo. Il prezzo sta salendo ma non sono convinto che sta salendo, anzi, ho la netta sensazione che scenderà a breve.
Un'altro aspetto interessante sono i flash di prezzo che bloccano l'azione.
A me è capitato tantissime volte e capita costantemente di voler entrare in posizione ma di rimanere col dito bloccato sul touchpad e perdere l'occasione giusta, perché il movimento dei prezzi mi "costringe" ad usare cautela e aspettare di aprire la posizione.
In sostanza il prezzo prima di cambiare direzione scivola di due/tre pip in una frazione di secondo e risale (o riscende) rapidamente di due o tre pip. Rimane in sospeso per un tempo che sembra lunghissimo e che lascia presagire una discesa repentina, poi finge di riscivolare per due/tre/quattro volte per alcune frazioni di pip e infine schizza in direzione contraria. E' geniale, a tal punto che ho dovuto fare una quindicina di riprese video di 20/25 minuti del movimento del prezzo, per vedere e rivedere come cavolo facesse a disorientarmi in maniera così incredibile.
Allora capisci che se il prezzo è fermo lì che ti aspetta e puoi entrare facilmente, di solito c'è la fregatura.

Lupo87
Messaggi: 4
Iscritto il: 22/06/2017, 18:34

Re: Il "sacro graal" del trading

Messaggio da Lupo87 » 16/08/2017, 12:40

Ha fatto delle osservazioni molto giuste e che si replicano sempre sul mercato appunto perché chi trada senza una disciplina e strategia rigida rischia di fare entrate a sensazione e non sulla base di segnali ben precisi. Il trading si basa su probabilità e non certezze quindi se non si accetta quello il resto sono solo parole e basta. grazie.

Lucacrebbe
Messaggi: 43
Iscritto il: 26/06/2017, 16:47

Re: Il "sacro graal" del trading

Messaggio da Lucacrebbe » 23/08/2017, 20:19

LVCA ha scritto:
07/02/2016, 12:01
Certo che esistono sistemi di trading che funzionano sempre e su qualsiasi mercato .

Il problema è che non si sanno progettare sistemi basati su concetti solidi .

Faccio un esempio macroscopico :

La quasi totalità degli aspiranti traders usa i grafici a candele temporali

Ecco allora è ovvio che usando questi grafici sarà impossibile guadagnare perché si usa qualcosa che non ha nulla a che fare con il reale mercato , dal momento che il flusso dei tick cambia continuamente velocità e non c'e' alcuna relazione con la variabile tempo .........


in effetti sarebbe meglio usare i grafici a xtick volume

per cui ad esempio se a ridosso di una resistenza vedo che il grafico impostato a 3000tick me la rompe con due candele a breve distanza di tempo vuol dire che i volumi sono approssimativamente alti e in direzione long

Lupo87
Messaggi: 4
Iscritto il: 22/06/2017, 18:34

Re: Il "sacro graal" del trading

Messaggio da Lupo87 » 03/09/2017, 19:01

Interessante come visione del mercato ma quali sono le piattaforme che possono avere i grafici a xtick volume? grazie

Rispondi