Segnali Trading Central

Grafici, spunti operativi di trading e segnali. Discussioni sull'andamento delle valute in tempo reale

Moderator: riccardo1981

User avatar
PartnerExness
Posts: 481
Joined: 18/05/2014, 11:58
Location: UK (Toscano)
Contact:

Analisi Settimanale Trading Central/Exness

Post by PartnerExness » 04/01/2016, 17:19

Il rally prenatalizio del dollaro, durante il quale il dollaro si è consolidato a 1.0864 dollari con l'Euro e 1.4740 dollari con la Sterlina, sarà giustificato se le forti statistiche sul mercato del lavoro di dicembre negli Stati Uniti, saranno confermate questa settimana.
Partiamo dal presupposto che nel mese di dicembre l'economia americana creerà più di 200 mila nuovi posti di lavoro e che il tasso di disoccupazione rimarrà a circa il 5%.
I livelli di supporto $ 1.08 e $ 1.47 serviranno come gli obiettivi immediati per il declino dell'euro e della sterlina.

Il 5 gennaio le statistiche inflazionistiche di dicembre per la zona euro avranno un impatto significativo.
Un possibile aumento dei prezzi al consumo dallo 0,2 al 0,4% annuo, costituirebbe la migliore prova dell'efficacia della politica di quantitative easing.

*EURUSD e le altre analisi giornaliere con grafico Trading Central le trovate qui: www.exness.com/intl/it/analytics

Nell'Area Personale > Analitica, trovate analisi TC©, TF M30/H1, aggiornate ogni 2 ore, 24/24.
Registrati su Exness.eu per provare la piattaforma e i servizi https://www.Exness.EU/intl/it/register/
Supporto in Italiano per:
EXNESS LTD e EXNESS CY Ltd Regolamentazione Europea CySEC Licenza numero 178/12
Il Trading con CFDs e prodotti con effetto leva comporta un rischio significativo di perdita, anche totale.

Sponsor

Sponsor
 

User avatar
PartnerExness
Posts: 481
Joined: 18/05/2014, 11:58
Location: UK (Toscano)
Contact:

Re: Segnali Trading Central

Post by PartnerExness » 05/01/2016, 14:24

USDJPY aggiustamenti dopo le vendite di ieri
Acquista sulla rottura di 119.68, o su rimbalzo da 118.716, con 120.65 come target. Stop loss a 119,18 o 118.36

Motivo della strategia
Dopo il crollo di ieri oggi gli indici azionari asiatici si stanno gradualmente spostando in campo positivo.
Al momento l'indice CSI300 è aumentato del 0,28%, il KOSPI del 0,61%, il Nikkei 225 è diminuito, ma solo del 0.42%.
La domanda per lo yen si indebolisce gradualmente, a breve termine la coppia USDJPY potrebbe arrivare al livello di 120.65.
USDJPY H1
Image

I Clienti Exness hanno anche una sezione Analitica TC©, TF M30/H1, aggiornata ogni 2 ore circa, 24/24.
Prova un conto Demo Exness.EU
Supporto in Italiano per:
EXNESS LTD e EXNESS CY Ltd Regolamentazione Europea CySEC Licenza numero 178/12
Il Trading con CFDs e prodotti con effetto leva comporta un rischio significativo di perdita, anche totale.

User avatar
PartnerExness
Posts: 481
Joined: 18/05/2014, 11:58
Location: UK (Toscano)
Contact:

Re: Segnali Trading Central

Post by PartnerExness » 06/01/2016, 15:41

Le borse continuano a lottare per mantenere i guadagni ottenuti Martedì pomeriggio, tra il calo dei prezzi del petrolio e un inizio molto lento degli scambi per la prima settimana di trading dell'anno. Inoltre l'USD è al rialzo contro le altre valute.
Registrati per accedere alla tua Area Personale e provare i servizi Exness dedicati ai Clienti, tra cui la Trading Central© WEBTV che, con analisi e approfondimenti di esperti, ti aiuterà a seguire meglio le tue strategie.

*EURUSD e le altre analisi giornaliere con grafico Trading Central le trovate qui: www.exness.com/intl/it/analytics

Nell'Area Personale > Analitica, trovate anche le analisi TC©, TF M30/H1, aggiornate ogni 2 ore, 24/24.
Supporto in Italiano per:
EXNESS LTD e EXNESS CY Ltd Regolamentazione Europea CySEC Licenza numero 178/12
Il Trading con CFDs e prodotti con effetto leva comporta un rischio significativo di perdita, anche totale.

User avatar
PartnerExness
Posts: 481
Joined: 18/05/2014, 11:58
Location: UK (Toscano)
Contact:

Analisi Settimanale Trading Central/Exness

Post by PartnerExness » 18/01/2016, 14:21


Alla fine della scorsa settimana il prezzo del Brent è sceso sotto 29 dollari al barile in un istante per le aspettative di una revoca anticipata di sanzioni economiche contro l'Iran.
Secondo il Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti, se queste verranno revocate in anticipo, l'Iran aumenterà sue esportazioni di petrolio di 300 mila barili al giorno quest'anno e di 500 mila barili nel 2017.
Al contrario ci si aspetta che il prezzo medio del Brent al barile arrivi a $ 40 quest'anno e a $ 50 nel 2017 a causa della graduale uscita i produttori di petrolio americani dal mercato, bel dilemma.....

La valuta canadese è in una zona di turbolenza. Questa settimana, a causa di una possibile diminuzione del tasso di interesse in Canada dal 0,5% al 0,25%, la coppia USDCAD potrebbe raggiungere 1,47/1,48.

Per l'euro e lo yen la pubblicazione del PIL della Cina per il Q4 2015, il prossimo 19 gennaio, è di particolare interesse.
Se il valore dell'indice sarà del 6.9% la pressione su tali monete aumenterà.
Tuttavia, durante la settimana, la coppie EURUSD e USDJPY potrebbero raggiungere rispettivamente 1,1 e 116
Il 21 gennaio la BCE dovrebbe mantenere il suo tasso di interesse di riferimento invariato al 0,05, ma attenzione alle parole di Draghi.

I rischi della coppia GBPUSD di raggiungere il livello di 1.4 aumentano con il dollaro statunitense che continua a crescere.
Questa settimana, con le statistiche sull'inflazione e le vendite al dettaglio nel Regno Unito, la sterlina potrebbe avere una spiacevole sorpresa.

*EURUSD e gli altri segnali/grafici Trading Central giornalieri li trovate qui: www.exness.com/intl/it/analytics
------------
Calendario Economico: Indice prezzi al consumo (GBP), Indice prezzi al consumo Ex Food & Energy (USD), tasso d'interesse della BCE e Conferenza di Draghi (EUR) ed il tasso d'ineresse della BOC (CAD) sono i principali eventi Forex di questa settimana.
Image

I Clienti Exness hanno anche una sezione Analitica TC©, TF M30/H1, aggiornata ogni 2 ore circa, 24/24.
Prova un conto Demo Exness.eu https://www.exness.eu/intl/it/register/
Supporto in Italiano per:
EXNESS LTD e EXNESS CY Ltd Regolamentazione Europea CySEC Licenza numero 178/12
Il Trading con CFDs e prodotti con effetto leva comporta un rischio significativo di perdita, anche totale.

User avatar
PartnerExness
Posts: 481
Joined: 18/05/2014, 11:58
Location: UK (Toscano)
Contact:

Analisi Settimanale Trading Central/Exness

Post by PartnerExness » 25/01/2016, 14:20

La scorsa settimana le valute dei paesi esportatori di petrolio si sono rafforzate nei confronti del dollaro, per il salto del prezzo del petrolio a 32 $ al barile e supportate anche dalla Banca centrale Cinese e dalle dichiarazioni di M. Draghi che ha annunciato un possibile ammorbidimento della politica monetaria nella zona euro a marzo.
Inoltre, il rapporto Baker Hughes, indicando una diminuzione del numero di impianti d'estrazione di petrolio negli Stati Uniti da 650 a 637 nell'ultima settimana, ha contribuito alla crescita dei future sul petrolio.

Questa settimana l'attenzione dei Trader sarà attirata dall'incontro della Federal Reserve, dove sarà probabilmente deciso di mantenere invariato il tasso sui federal funds.
Inoltre occorre prestare attenzione alla pubblicazione del PIL degli Stati Uniti e del Regno Unito per il 4° trimestre 2015 e la valutazione preliminare dell'inflazione della zona euro per gennaio.

Durante la settimana ci aspettiamo che l'euro scenda al livello di $ 1,071 e che la sterlina arrivi a $ 1.44.

Nonostante il fatto che la Banca del Giappone manterrà il suoprogramma di acquisto di asset invariato, i rischi di indebolimento dello yen rimangono forti, i rappresentanti della Banca del Giappone potranno dichiarare una riduzione delle aspettative di inflazione nel paese, che metterebbe sotto pressione lo yen.
Questa settimana, la coppia USDJPY sarà in grado di arrivare al livello di 120.

Image
Supporto in Italiano per:
EXNESS LTD e EXNESS CY Ltd Regolamentazione Europea CySEC Licenza numero 178/12
Il Trading con CFDs e prodotti con effetto leva comporta un rischio significativo di perdita, anche totale.

User avatar
PartnerExness
Posts: 481
Joined: 18/05/2014, 11:58
Location: UK (Toscano)
Contact:

Analisi Settimanale Trading Central/Exness

Post by PartnerExness » 02/02/2016, 22:43

1 Febbr. 2016, 12:06 gmt

La scorsa settimana le valute OPEC hanno continuato a rafforzarsi contro il dollaro USA, dati i prezzi del petrolio BRENT cresciuti a $36 al barile e sostenute dalla decisione della Federal Reserve di mantenere il tasso di interesse nel range di 0,25-0,5% oltre che dalla notizia di un possibile 5% del calo della produzione di greggio da parte dei paesi OPEC e della Russia (che produce circa 42,5 milioni di barili al giorno) a febbraio.

Una possibile riduzione della produzione di petrolio di 2.125.000 barili al giorno eliminerebbe lo squilibrio tra domanda e offerta sul mercato del petrolio, che ora è intorno ai 1,5-2 milioni al giorno.
Nel mese di febbraio ci aspettiamo che i prezzi del petrolio si attestino nel range di $ 35-40 ed il calo nella coppia USDCAD al livello di 1.381

Nel mese di febbraio, il calo del tasso di deposito in Giappone da 0,1 a -0,1% fornirà un sostegno significativo per gli asset rischiosi. Il settore bancario giapponese reindirizzerà l'eccesso di liquidità dai conti della banca centrale all'economia reale e alle azioni e obbligazioni ad alto rendimento.

La caduta dell'euro, dello yen e del franco nei confronti del dollaro continuerà portando probabilmente la coppia USDJPY testare il livello di 125.

La pubblicazione delle statistiche sul mercato del lavoro degli Stati Uniti per il gennaio diventerà un importante evento economico nella prima settimana di febbraio.
A breve termine, la coppia EURUSD dovrebbe scendere al livello di 1.071.

*Trovate tutte le analisi giornaliere gratuite e con grafico Trading Central, qui: www.exness.com/intl/it/analytics
Image
Supporto in Italiano per:
EXNESS LTD e EXNESS CY Ltd Regolamentazione Europea CySEC Licenza numero 178/12
Il Trading con CFDs e prodotti con effetto leva comporta un rischio significativo di perdita, anche totale.

User avatar
PartnerExness
Posts: 481
Joined: 18/05/2014, 11:58
Location: UK (Toscano)
Contact:

Analisi Settimanale Exness/Trading Central

Post by PartnerExness » 09/02/2016, 13:00


8 febbraio 2016, 11:19
Lo scorso Venerdì sono stati pubblicato dei dati non sufficientemente forti sul mercato del lavoro degli Stati Uniti.
Nel mese di gennaio l'occupazione al di fuori del settore agricolo degli Stati Uniti è aumentata di 151 mila persone, contro una previsione di 190 mila; il tasso di disoccupazione è sceso dal 5 al 4,9% e il salario orario medio è aumentato del 0,5% su base mensile con una previsione di 0,3%.
I Trader sono focalizzati sulla crescita dei salari, che ha mostrato un aumento delle aspettative di inflazione negli Stati Uniti.
Se l'inflazione annua dei prezzi al consumo negli Stati Uniti accelererà in modo significativo nel mese di febbraio, gli Stati Uniti potrebbero teoricamente aumentare il tasso di fondi federali in marzo/aprile.

In generale, vale la pena notare che il calo a gennaio dei prezzi del petrolio e dei problemi dell'economia cinese faranno entrambi rivedere i termini della normalizzazione della politica monetaria in varie regioni del mondo.
Per esempio, la Banca d'Inghilterra, non ci si aspetta che il tasso di interesse nel Regno Unito nonn aumenterà fino a metà 2017, anche se, in precedenza, si parlava dell'inizio del 2017.

Questa settimana: vale la pena prestare più attenzione alla pubblicazione del bilancio dei pagamenti del Giappone, al PIL della zona euro e ai dati sulle vendite al dettaglio degli Stati Uniti.
Durante la settimana la coppia EURUSD potrebbe testare il livello di 1,13, GBPUSD l'1.47 e la coppia USDJPY dovrebbe superare 115,5.
Image
Supporto in Italiano per:
EXNESS LTD e EXNESS CY Ltd Regolamentazione Europea CySEC Licenza numero 178/12
Il Trading con CFDs e prodotti con effetto leva comporta un rischio significativo di perdita, anche totale.

User avatar
PartnerExness
Posts: 481
Joined: 18/05/2014, 11:58
Location: UK (Toscano)
Contact:

Analisi Settimanale Trading Central/Exness

Post by PartnerExness » 16/02/2016, 10:42

Analisi Settimanale Exness/TradingCentral©

15 febbraio 2016, 11:28 gmt
La scorsa settimana J.Yellen ha dichiarato che l'attività economica negli Stati Uniti sarebbe in pericolo se l'instabilità dei mercati azionari continuasse e il dollaro si rafforzasse.
Al momento gli operatori si attendono un allentamento della politica monetaria degli Stati Uniti, piuttosto che un inasprimento (attraverso il lancio del programma QE4 o l'introduzione di tassi di interesse negativi), ma anche azioni simili da parte della Banca del Giappone e della BCE.

Se la situazione in Cina non si stabilizzerà è probabile che le valute come l'euro e lo yen vengano "svendute".
Durante la settimana l'euro potrebbe testare il livello 1.11 e la coppia USDJPY potrebbe superare il livello d 115.

Questa settimana presteremo attenzione alle statistiche dell'inflazione di Regno Unito, Cina, Stati Uniti d'America e Canada.
Le coppie GBPUSD, USDCNY, USDCAD è probabile che testino rispettivamente i livelli di 1,46, 6,58 e 1,37.
Dato il forte aumento dei prezzi del petrolio Brent (fino a $ 33) ci si può aspettare le valute legate alle commodity tendino a rafforzarsi nei confronti del dollaro.

*EURUDSD e le altre analisi giornaliere con grafico Trading Central le trovate qui: http://bit.ly/Exness-Analisi
Image
Supporto in Italiano per:
EXNESS LTD e EXNESS CY Ltd Regolamentazione Europea CySEC Licenza numero 178/12
Il Trading con CFDs e prodotti con effetto leva comporta un rischio significativo di perdita, anche totale.

User avatar
PartnerExness
Posts: 481
Joined: 18/05/2014, 11:58
Location: UK (Toscano)
Contact:

Analisi Settimanale Exness/Trading Central

Post by PartnerExness » 22/02/2016, 17:03

22 Febbraio 2016, 10:12 GMT

Nella seconda decade di febbraio, il differenziale di rendimento tra i Bonds degli Stati Uniti convenzionali e quelli protetti (TIPS) si avvicina ai minimi del 2009, indicando una più bassa aspettativa di inflazione negli Stati Uniti (l'accelerazione annua l'inflazione degli Stati Uniti per gennaio da 0,7% a 1.4% non è sufficiente per aumentare il tasso di fondi federali a marzo).

La scorsa settimana, la differenza sui bond a 5 anni, considerato (il premio di inflazione), è stato pari a 113 bps; su quelli a 10 anni quelli era di 127 bps e su quelli di 30 anni è stato di 151 bps.
Come è noto, la FED punta a un tasso di inflazione del 2% annuo (vale a dire 200 bps).
Finché l'inflazione rimane bassa gli Stati Uniti si asterranno dall'alzare il tasso di interesse di riferimento.

L'accordo raggiunto il 19 febbraio a Bruxelles sulla riforma dell'UE in accordo con le proposte della Gran Bretagna sosterrà la sterlina.
A breve termine la coppia GBPUSD potrebbe salire al livello di 1,4575.

Questa settimana l'attenzione dovrebbe essere rivolta alla pubblicazione delle statistiche di inflazione per la zona Euro e in Giappone, così come alle statistiche sul PIL degli Stati Uniti.
Durante la settimana la coppia EURUSD potrebbe testare il livello 1.1 e la coppia USDJPY il livello 114.

Image
Supporto in Italiano per:
EXNESS LTD e EXNESS CY Ltd Regolamentazione Europea CySEC Licenza numero 178/12
Il Trading con CFDs e prodotti con effetto leva comporta un rischio significativo di perdita, anche totale.

User avatar
PartnerExness
Posts: 481
Joined: 18/05/2014, 11:58
Location: UK (Toscano)
Contact:

Analisi Settimanale Trading Central/Exness

Post by PartnerExness » 01/03/2016, 14:23


Analisi Settimanale Feb. 29, 2016, 08:43 GMT


Venerdì scorso, la domanda del dellaro è aumentata dopo la pubblicazione della seconda stima del PIL degli Stati Uniti per il 4° trimestre 2015, che è stata migliore del previsto.
Nel periodo di riferimento, il dato è salito dell'1% (aa), contro una previsione di 0,4% (aa).
La ragione principale per la revisione del Pil è stata la crescita delle scorte delle imprese (il loro impatto negativo sulla crescita del PIL è stato solo 0,14 punti percentuali, anziché 0,45 punti, come riportato in precedenza).
La crescita dell'indice dei prezzi per le spese dei consumi personali negli Stati Uniti (PCE Core), che viene preso in considerazione da parte della Federal Reserve per la valutazione dei rischi di inflazione, rallentata dal 1,4% al 1,3% nel 4° trimestre 2015, e del non 1,2% come previsto.

Nonostante il fatto che la Federal Reserve rischi di astenersi da aumentare il tasso di interesse di base nel mese di marzo, la crescita del dollaro contro l'euro, lo yen e la sterlina rafforzerà per un deterioramento della situazione macroeconomica nella zona Euro e in Giappone e ma anche per il rischio della Gran Bretagna uscire dall'UE.
A febbraio l'inflazione annua nelle principali economie della zona euro (Germania, Francia e Spagna) è stato peggiore del previsto e pari, rispettivamente, al 0%, -0,1% e -0,9% ed è stato solo del 0,1% in Giappone.
I primi di marzo l'attenzione deve essere rivolta alla pubblicazione dell'indice di attività di business in Cina e alle statistiche sul mercato del lavoro degli Stati Uniti per il mese di febbraio.
Questa settimana, le principali coppie di valute: EURUSD, GBPUSD e USDJPY potranno testare rispettivamente i livelli di 1,08, 1,37 e 115.

*Le altre analisi giornaliere gratuite con grafici Trading Central le trovate qui: http://bit.ly/Exness-Analisi

Image
Supporto in Italiano per:
EXNESS LTD e EXNESS CY Ltd Regolamentazione Europea CySEC Licenza numero 178/12
Il Trading con CFDs e prodotti con effetto leva comporta un rischio significativo di perdita, anche totale.

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest