Money Management

Raccontateci come vanno gli affari e le vostre tecniche di money management

Moderatori: riccardo1981, Dainesi

Money Management

Messaggioda pitDiabolik » 19/05/2014, 21:21

Visto che sul vecchio forum c'è, ma poi alcune immagini a suo tempo postate da Carlo non si vedono, o meglio io non le vedo, inoltre si parte da un concetto di corretto money management e si finisce quasi subito a a parlar di martingale.
Direi che sarebbe meglio ripartire dall'inizio, magari col contributo di tutti... cmq. il link dove se ne parlava è questo: Money Management
Avatar utente
pitDiabolik
 
Messaggi: 208
Iscritto il: 14/05/2014, 0:03
Località: Clerville

Pubblicità

Pubblicità
 

Re: Money Management

Messaggioda pitDiabolik » 19/05/2014, 21:23

Il money management altro non è che la gestione del denaro, qualunque approccio professionale al trading non può non tenere conto della gestione del denaro e quindi dei rischi.

Qualunque professionista in questo settore, la 1° cosa che va a guardare è come rischiare il meno possibile prima di entrare a mercato, sapendo a priori che può starci un'errore (quindi una perdita) in quanto il trading non è una scienza perfetta, bensì una sorta di "scommessa" e, come tutte le scommesse, ci sta che si vinca o che si perda.
L'esempio che spesso si fa è il lancio della monetina ed il risultato che ne può venire fuori: testa o croce, quindi "scommettendo" su una delle 2 opzioni si ha il 50% di probabilità di "vincita", la differenza sostanziale del trading rispetto alla "normale scommessa" sta nel fatto che, con studi grafici e/o nozioni fondamentali ci si può costruire un trading system in cui, al verificarsi di determinate condizioni, si ha la possibilità di alzare la percentuale di vittoria rispetto alla perdita di un x%, questo x% per quanto alto possa essere, non sarà mai il 100%.

Sapendo ciò, quindi, non vado ad impegnare una percentuale alta del mio capitale in un'unica trade ("scommessa"), ma cerco di spalmare il rischio su più trade impegnando di volta in volta una percentuale quanto più bassa possibile in modo da poter tornare di volta in volta a mercato.
La maggior parte dei traders falliscono perché non hanno il concetto di gestione del denaro saldamente in pugno. Si deve conoscere le potenzialità di ogni centesimo che si sta rischiando.
Se chiediamo ad un neofita cosa vede prima di entrare in un trade, con molta probabilità ci risponderà il potenziale guadagno e poi il resto, se la stessa domanda la poniamo ad un professionista quasi sicuramente ci risponderà che quel trade, quel setup, quella "scommessa" vale un x% del suo capitale e poi il resto. Ecco la sostanziale differenza!

Concentriamoci quindi su ciò che possiamo permetterci di perdere, mettiamolo in conto e, così facendo, decideremo a priori quanto rischiare.

Una delle regole più comuni è quella di rischiare l'1% o il 2% del proprio capitale per ogni singolo trade (a mio parere sarebbe più giusto differenziare tra lo 0,5% ed il 3% a seconda dei casi), ma la cosa importante è che sia il più possibile bassa e a tal proposito allego una tabella che fa capire la differenza tra una percentuale bassa ed una percentuale un po' più alta:
money-management.gif
money-management.gif (41.44 KiB) Osservato 2491 volte
Avatar utente
pitDiabolik
 
Messaggi: 208
Iscritto il: 14/05/2014, 0:03
Località: Clerville

Re: Money Management

Messaggioda pitDiabolik » 20/05/2014, 11:57

Come si può ben vedere, partendo con lo stesso capitale e la "stessa sfiga" nel beccare una serie negativa i risultati sono notevolmente differenti.
Sicuramente una striscia di 19 loss di fila è un po' "tirata", però già anche nel confronto con soli 5 loss di fila (personalmente al mio esordio live ne beccai 4) si nota la differenza:

- col 2% risk dopo 5 trade si rimane con 18.447 di capitale
- col 10% risk dopo 5 trade si rimane con 13.122 di capitale

In sintesi bastano 5 loss di fila con rischio al 10% per rimanere con meno capitale rispetto ai 19 loss di fila con rischio al 2%.
Avatar utente
pitDiabolik
 
Messaggi: 208
Iscritto il: 14/05/2014, 0:03
Località: Clerville

Re: Money Management

Messaggioda pitDiabolik » 20/05/2014, 11:59

Ma il problema non è solo quello, il problema è anche che è molto più faticoso recuperare, ecco un'altra immagine esplicativa:
Perdite-percentuale.gif
Perdite-percentuale.gif (4.8 KiB) Osservato 2489 volte
Avatar utente
pitDiabolik
 
Messaggi: 208
Iscritto il: 14/05/2014, 0:03
Località: Clerville

Re: Money Management

Messaggioda pitDiabolik » 21/05/2014, 8:28

Bene!

L'immagine precedente dovrebbe averci fatto capire l'importanza di contenere le perdite per non dilapidare il nostro capitale.
Basta un attimo per collezionare una grossa perdita che cancelli tutti i nostri guadagni e per recuperarla ci vuole molto, molto tempo e, soprattutto, ci metteremmo in una condizione psicologica di svantaggio e si potrebbero innescare una serie di comportamenti "autolesionisti", anche inconsci.
Per questo motivo contenere il rischio che si assume ad ogni trade dovrebbe essere al massimo al 2%. Questo ci consentirà di proteggere il nostro capitale e di continuare a fare trading.
Lentamente, con costanza e consistenza, un buon trading system, un buon piano, un'insieme di regole insomma, i guadagni (e non le vincite) cominceranno ad accumularsi e l'effetto moltiplicativo diventerà evidente.

Il trading non è uno sprint e nemmeno una gara di velocità, è piuttosto una corsa a tappe e/o una maratona.
Avatar utente
pitDiabolik
 
Messaggi: 208
Iscritto il: 14/05/2014, 0:03
Località: Clerville

Rischio, Emozioni e position size

Messaggioda Wiz3003 » 21/05/2014, 10:14

Pit,
mi sono permesso di dare un piccolo contributo al tuo thread che trovo di fondamentale importanza per fare trading. Se lo ritieni fuori luogo dimmelo che lo elimino senza problem ;-)

Rischio, Emozioni e Position size.

Forse l’aspetto più trascurato quando si parla di money management è la sua correlazione diretta alla psicologia. In questo caso mi riferisco alla psicologia come il controllo delle emozioni.

DIMENSIONE DELLE POSIZIONE (POSITION SIZE)
La dimensione della posizione (position size) è il concetto più importante di money management ed è strettamente correlato alla psicologia del trading.

Non appena si apre un trade hai immediatamente la possibilità di scoprire quanto ti senti sicuro nell’aprire quella posizione. Se la dimensione della posizione è così insignificante che il trade può spostarsi di centinaia di pips senza impattare sul tuo account allora la dimensione della posizione è probabilmente ben all’interno del tuo campo di tolleranza emotiva.
Se la dimensione della posizione è tale da procurarti agitazione/panico non appena il trade si muove in direzione contraria ed inizi a perdere allora la dimensione della posizione è ben al di fuori del tuo campo di tolleranza emotiva.

Ci possono essere più di una ragione per l’instabilità emotiva durante l’attività di trading – ma quella principale è la dimensione della posizione (position size).

TRADING SYSTEM
Un altro aspetto psicologico molto significativo che entra in gioco quando tradate ha a che fare con la fiducia che avete nel vostro sistema.

Se la fiducia che la probabilità di avere più profitto che perdita dopo un certo numero di trades NON è superiore alla tua convinzione che si perde nel lungo periodo – si può ancora avere instabilità emotiva, anche se la dimensione della posizione è all’interno di una tolleranza ragionevole perché avete spostato la vostra attenzione dal rischio associato ad un unico trade al tipo di rischio che vi espone il sistema (o la mancanza di sistema). Il risultato è che la vostra reazione emotiva si sta spostando dalla psicologia associata con la dimensione della posizione alla psicologia associata al sistema.

Con un sistema noi vediamo i trades come una serie di operazioni complessive invece di concentrarci sul singolo trade. Questo ci permette di relaziornarci emotivamente al rischio su un orizzonte di tempo più lungo con un senso maggiore di prospettiva in modo che possiamo avere un rapporto più stabile rispetto alle perdite o guadagni di un singolo trade.

Tuttavia, se ci manca un tale sistema, o se non abbiamo dimostrato che il nostro sistema ci dà un vantaggio nel corso del tempo – allora abbiamo aggravato il nostro problema psicologico nel trading.

Possiamo infatti avere sia il problema legato alla dimensione della posizione sia la mancanza di fiducia nel nostro sistema di trading.

position-size.jpg
position-size.jpg (5.16 KiB) Osservato 2450 volte


La cosa più ovvia da fare in quella situazione, se vogliamo continuare a tradare, è quella di ridurre drasticamente la dimensione della nostra posizione in modo da poter sopportare un sacco di perdite prima che il nostro conto diminuisce troppo al di là di quello che possiamo sopportare di perdere.



Buon trading a tutti
You control how you trade; the market controls how and when you'll get paid.
Confidence doesn't come from being right all the times; it comes from surviving the many occasions of being wrong.
Avatar utente
Wiz3003
 
Messaggi: 1834
Iscritto il: 11/05/2014, 11:05

Re: Rischio, Emozioni e position size

Messaggioda pitDiabolik » 21/05/2014, 11:14

Wiz3003 ha scritto:Pit,
mi sono permesso di dare un piccolo contributo al tuo thread che trovo di fondamentale importanza per fare trading. Se lo ritieni fuori luogo dimmelo che lo elimino senza problem ;-)


Ciao Wiz, no tutt'altro.... anzi mi hai dato ottimi spunti x continuare, io la sto prendendo molto "alla larga" giusto xchè, chi legge ed è magari agli inizi, possa comprendere bene.
Il trhead nn è mio è di tutti, il fatto è che nel fare il "caronte" dal vecchio forum mi son reso conto quanto di là molti concetti fondamentali nn siano mai stati approfonditi... infatti:

pitDiabolik ha scritto:Direi che sarebbe meglio ripartire dall'inizio, magari col contributo di tutti...



Ciao & buon trading. :mrgreen:
Avatar utente
pitDiabolik
 
Messaggi: 208
Iscritto il: 14/05/2014, 0:03
Località: Clerville

Re: Money Management

Messaggioda pitDiabolik » 23/05/2014, 7:52

Abbiamo visto quindi che meno si rischia più a lungo si ha l'opportunità di tornare a mercato e, soprattutto, se il mercato ci va contro e ci sta che ciò avvenga, occorre meno fatica per recuperare e ritornare in pari.

Spesso si legge: 1° non perdere!
Bene! Non perdere è facile: basta non tradare.
Ma allora? Di che stiamo parlando? Noi vogliamo guadagnare giusto?
Ecco: impariamo a guadagnare, ma, tenendo in considerazione che è facile perdere e che comunque anche limitandole al massimo ci saranno sempre, impariamo a gestirle.

"Penso sempre al perdere denaro come al contrario del fare denaro. Non focalizzate l’attenzione sul fare denaro, focalizzate l’attenzione sul proteggere quello che avete." cit.Paul Tudor Jones
Allegati
Risk management & posizion sizing.gif
Risk management & posizion sizing.gif (42.17 KiB) Osservato 2400 volte
Avatar utente
pitDiabolik
 
Messaggi: 208
Iscritto il: 14/05/2014, 0:03
Località: Clerville

Re: Money Management

Messaggioda magico32 » 25/05/2014, 9:31

Ciao Pit, sarebbe interessante parlare di modelli di mm, magari sapere quali tecniche usano i traders profittevoli come te qui dentro!! :D
magico32
 
Messaggi: 593
Iscritto il: 24/05/2014, 6:31

Re: Money Management

Messaggioda pitDiabolik » 28/05/2014, 11:31

magico32 ha scritto:Ciao Pit, sarebbe interessante parlare di modelli di mm, magari sapere quali tecniche usano i traders profittevoli come te qui dentro!! :D


Ciao Ale,
certo con piacere, di là nel vecchio forum qualcosa avevo postato, cmq. magari più avanti o meglio in un'altro thread.

Al momento mi mancano un po' di concetti da approfondire:
- Concetto di % (cioè abituarsi a ragionare in termini %)
- Come calcolare lo stop
- Size
- Risk reward
- Win rate
- Black Swan
Si accettano suggerimenti e/o contributi.


Teniamo sempre in considerazione che spesso, in tanti, arrivano in questo mercato attratti da pubblicità ingannevoli: "fai tanti soldi in pochissimo tempo!"

Quando: " Il modo più sicuro per raddoppiare il proprio denaro è piegarlo in due e metterlo in tasca." cit. Woody Allen


Ciao & buon trading. :clover:
Avatar utente
pitDiabolik
 
Messaggi: 208
Iscritto il: 14/05/2014, 0:03
Località: Clerville

Prossimo

Torna a Fate il vostro bilancio

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti